ART. - 1 - PREMESSA

 

DISPOSIZIONI GENERALI

Capitolo I°

Il presente Regolamento Sportivo resterà in vigore sino a revoca o pubblicazione della successiva edizione. La F.I.T.D.S. si riserva, in qualsiasi momento, di apportare modifiche e/o correzioni in relazione alle eventuali problematiche interpretative e regolamentari insorte o che dovessero emergere nel corso dell’annata sportiva. In tal caso provvederà a darne tempestiva comunicazione per una capillare diffusione ai Presidenti delle Società affiliate, a tutti gli organi Federali nonché ai Tesserati e agli organi deputati all’arbitraggio delle competizioni. Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale, le cui decisioni saranno inappellabili.

Il presente regolamento ha carattere nazionale e quindi, come in uso in altri Paesi affiliati all’I.P.S.C., ha valore solo per l’Italia. Per tutto quanto non espressamente specificato, si farà riferimento ai vigenti regolamenti internazionali I.P.S.C..

ART. - 2 - SUDDIVISIONE TERRITORIALE

Il territorio nazionale viene suddiviso per ragioni logistiche, organizzative e onde venire quanto più possibile incontro alle esigenze dei tesserati in sei macro aree denominate MacroArea 1, MacroArea 2, MacroArea 3, MacroArea 4, MacroArea 5 (Calabria - Sicilia) e MacroArea 6 (Sardegna).

ORGANI SPORTIVI

ART. - 3 - COMMISSIONE SPORTIVA

La Commissione Sportiva composta da un minimo di tre ad un massimo di cinque membri, viene nominata dal Consiglio Federale che ne indica il Presidente, dura in carica per tutto il quadriennio Olimpico e decade con l’elezione del nuovo Consiglio Federale. Su delega del Consiglio Federale che ne stabilisce i compiti e le funzioni, si occupa di tutta la gestione Sportiva della Federazione. Predispone per l’approvazione del C.F. il regolamento sportivo, i calendari delle competizioni ufficiali, la formazione e l’aggiornamento dell’Albo dei Match Director e dei Commissari Speciali, 5

nonché tutto quanto altro le venga richiesto dal Consiglio Federale. Approva gli esercizi proposti dagli organizzatori, da indicazioni tecnico sportive per il miglioramento e la crescita del tiro dinamico, nomina i Commissari Speciali, fornisce chiarimenti ed interpretazioni regolamentari, predispone schede valutative sull’organizzazione delle gare disputate. Si dovrà avvalere del Regional Director al fine di ottenere risposte su interpretazioni regolamentari, o quant’altro si renda necessario al buon svolgimento dell’attività sportiva, in merito a quesiti da proporre in ambito Internazionale.

ART. - 4 – DELEGATI REGIONALI/INTERREGIONALI O DI AREA

I Delegati Regionali/Interregionali o di Area, nominati dal Consiglio Federale, rappresentano sul territorio la Federazione e svolgono attività di coordinamento tra i campi di tiro esistenti nella propria area di competenza, per il controllo e la verifica delle competizioni sportive; fanno diretto riferimento alla Commissione Sportiva Federale che ne coordina l’attività, e ne accerta l’operato. Il Consiglio Federale potrà, in qualsiasi momento lo ritenesse opportuno ed a suo insindacabile giudizio, procedere alla revoca dell’incarico conferito.

ART. - 5 - COMMISSARIO SPECIALE

Il Commissario Speciale - per le competizioni relative al Campionato Italiano di Fascia “A” - viene nominato di volta in volta dal Presidente della Commissione Sportiva, che ne comunicherà il nominativo al Match Director della gara, al Range Master e allo Statt Officer incaricati entro il termine di giorni sette dall’inizio della competizione.

Il Commissario Speciale rappresenta la Federazione nei rapporti sul campo di gara con i responsabili dell’organizzazione, con il proprietario del campo, con i Presidenti dei Club presenti e con i Tesserati.
Per le gare di Campionato Italiano di Fascia B e quelle relative ai C.I.I., nel caso sul campo di gara sia presente una figura rientrante tra quelle che rivestono un incarico Federale ( Dirigente, o Componente C.S.), allo stesso è data facoltà di effettuare controlli e verifiche relative al corretto inserimento degli statini di gara ed alla stesura delle classifiche che saranno demandati esclusivamente allo S.O..

Per le gare di Campionato Italiano di Fascia A, il Commissario Speciale dovrà recarsi sul campo il giorno antecedente l’inizio della competizione e unitamente al R.M. ed al M.D., dovrà verificare che la gara risponda ai requisiti approvati dalla Commissione Sportiva e che i partecipanti siano regolarmente registrati al match. Il rimborso viene stabilito dal C.F. su base forfettaria.

Durante lo svolgimento della gara potrà verificare il corretto inserimento dei dati da parte dello Statt Officer e dovrà, ante pubblicazione delle classifiche finali, eseguire dei controlli a campione sui dati inseriti, compresa la corretta assegnazione dei tiratori alle rispettive Squadre Ufficiali di appartenenza, onde rilevare eventuali anomalie che, se possibile, dovranno essere corrette.
Al Commissario Speciale lo Statt Officer dovrà consegnare almeno la stampa di una copia di tutte le classifiche e copia dei file del Winmss della competizione contenente tutti i dati inseriti e i relativi risultati.

Entro tre giorni dal termine della competizione, il Commissario Speciale dovrà far pervenire alla Commissione Sportiva tutta ed alla Segreteria della Federazione una relazione, utilizzando l’apposito modulo che sarà fornito direttamente dalla citata Segreteria, sul rispetto di quanto previsto dal presente regolamento, sugli eventuali problemi emersi nel corso della stessa, su eventuali comportamenti anti sportivi da parte degli atleti, su problemi di arbitraggio, sul livello di organizzazione della gara, sulla premiazione prevista, e su ogni altra circostanza ritenuta rilevante e o utile. Analogo modulo sarà fornito al M.D. della gara per osservazioni sui componenti lo Staff Arbitrale. Per le competizioni del Campionato Italiano di Fascia “B” e per quelle relative ai C.I.I., i predetti moduli dovranno essere compilati a cura del Range Master. Le relazioni di cui sopra verranno conservate agli atti della Federazione e archiviate.

Qualora emergessero circostanze aventi rilevanza disciplinare le stesse verranno inoltrate al Consiglio Federale a cura del Presidente della Commissione Sportiva.
Il Commissario Speciale nominato, in caso di problematiche sorte sul campo di gara di non semplice soluzione o di particolare rilevanza, dovrà rapportarsi immediatamente con un componente della Commissione Sportiva o, in alternativa, con il Presidente della stessa ed in ultima analisi, con il Presidente della Federazione.

ART. - 6 - COMPUTERISTA UFFICIALE FEDERALE

Il Computerista Ufficiale viene nominato dal Consiglio Federale. Si occupa della gestione informatica, della predisposizione e dell’aggiornamento delle classifiche generali nonché della loro pubblicazione una volta approvate dalla Commissione Sportiva. Lavora in strett issima collaborazione con il Presidente della Commissione Sportiva cui fa riferimento diretto, e si attiva per la gestione a livello informatico dei dati secondo quanto gli verrà richiesto.

Si occupa della gestione informatica dei risultati che gli Statt Officers avranno cura di comunicargli non appena ultimata la gara, provvede immediatamente alla loro pubblicazione sul sito Federale.
Il Consiglio Federale potrà, in qualsiasi momento lo ritenesse opportuno e a suo insindacabile giudizio, procedere alla revoca dell’incarico conferito.

ART. - 7 - COMMISSARIO TECNICO

Il Presidente della Federazione, acquisito il parere del Consiglio Federale, nomina uno o più Commissari Tecnici con l’incarico di selezionare le Rappresentative Ufficiali da schierare nelle competizioni Internazionali di IV e V livello regolarmente indette dall’I.P.S.C.. Nelle scelte da operare al fine di individuare i componenti delle rappresentative Nazionali, tale figura godrà della massima autonomia ed il suo operato sarà insindacabile, valutando oltre alla posizione di classifica, la costanza di rendimento, l’affidabilità del binomio arma - tiratore, l’affiatamento con i compagni di squadra, la condizione di forma ed il possesso di tutti i requisiti, compresi l’integrità sportiva e morale, per poter onorare un così importante impegno e rappresentare al meglio la Nazione. In tal senso il Commissario Tecnico nominato potrà individuare una rosa di atleti di interesse Federale, che potranno partecipare ad uno o più stages di preparazione d’alto livello, a competizioni internazionali opportunamente individuate, al fine di consentire la scelta dei componenti la rappresentativa Ufficiale. Il Commissario Tecnico nell’ambito delle sue competenze, potrà nominare uno o più collaboratori che lo coadiuveranno nello svolgimento dell’incarico ricevuto, si avvarrà inoltre della collaborazione del responsabile del settore giovanile, per le prerogative a lui riconosciute. Il responsabile del settore giovanile viene nominato dal C.F.. Il Commissario Tecnico avrà come suo referente ed interlocutore diretto il Presidente Federale che all’occorrenza informerà il Consiglio Federale dei programmi e dei progetti relativi all’attività sportiva di alto livello che riguardano in particolare la gestione delle squadre Nazionali per l’adozione delle delibere correlate. Il Consiglio Federale, su proposta del Presidente, potrà in qualsiasi momento lo ritenesse opportuno ed a suo insindacabile giudizio, procedere alla revoca dell’incarico conferito.

CAMPI DI GARA

ART. - 8 - REQUISITI

Ogni campo che ospita una gara di Campionato Italiano dovrà obbligatoriamente rispondere ai requisiti di seguito elencati. Il possesso dei requisiti va attestato con la produzione dei relativi documenti che vanno presentati al momento della richiesta per l’organizzazione di una gara di Campionato. La F.I.T.D.S. invierà la preposta Commissione Campi che avrà la facoltà di verificare la rispondenza del sito, oltre alle normative vigenti, ai requisiti minimi richiesti dalla Federazione stessa al fine di autorizzare lo svolgimento di competizioni sportive. Al fine di garantire le migliori condizioni di Sicurezza, è auspicabile l'utilizzo di materiale semi-trasparente nella costruzione delle scenografie di gara, onde consentire il migliore controllo e verifica dello stage durante tutta l'esecuzione dell'esercizio"

REQUISITI:

  •   Possesso dell’autorizzazione (licenza) temporanea o permanente da parte dell’autorità competente allo svolgimento dell’attività di tiro dinamico;

  •   Possesso di Polizza Assicurativa RCT;

  •   Disporre di almeno 12 aree di tiro dove poter realizzare singolarmente n. 12 esercizi per

    poter ospitare competizioni del Campionato Italiano di Eccellenza (fascia A);

  •   Disporre di almeno 7 aree di tiro dove poter realizzare n. 8 esercizi (utilizzando la formula del doppio Short) per poter ospitare competizioni del Campionato Italiano di Macroarea (fascia B). In questo caso il numero dei gruppi di tiro verrà ridotto di una unità;

  •   Disporre di almeno 6 aree di tiro dove poter realizzare n. 6 esercizi per poter ospitare competizioni dei Campionati Interregionali Invernali;

  •   Disporre di adeguate strutture, fisse o mobili, che permettano a tutti i tiratori di potersi riparare dall’eventuale pioggia o dal sole;

  •   Disporre adeguate strutture, fisse o mobili, che permettano a tutti i R.O. di potersi riparare dall’eventuale pioggia o dal sole;

  •   Disporre di una zona di sicurezza (“Safety Area”) per ogni cinque stage di cui una primaria;

  •   Disporre di una zona cronografo;

  •   Disporre di tanti posti a sedere quanti ne siano necessari per tutti i tiratori partecipanti nella giornata di gara;

  •   Disporre di un locale adeguato per la segreteria e per l’alloggiamento degli “Statt Officers”;

  •   Disporre di minimo due servizi igienici (uomini e donne);

  •   Disporre di un locale adeguato ed igienicamente idoneo, al fine di permettere i previsti controlli ”antidoping” nel pieno rispetto della normativa sulla “Privacy”.

  •   Disporre di idonea area adibita a servizio di ristoro funzionante per tutta la durata della manifestazione;

  •   Disporre di ampio parcheggio, nelle immediate vicinanze del campo, di dimensioni adeguate ad accogliere gli automezzi dei partecipanti;

  •   Disporre di un area riservata all’ambulanza ed ai mezzi di soccorso a cui sia garantito il libero accesso in qualsiasi momento;

  •   Disporre di strutture rigide in numero e dimensione adeguate alla costruzione degli esercizi (“stages”).

ART. - 9 - CRITERIO VALUTATIVO DELL’ORGANIZZAZIONE

I Presidenti di A.S.D., interessati all’organizzazione di una gara di Campionato Italiano, dovranno produrre la seguente documentazione:

  •   Dichiarazione OBBLIGATORIA dei proprietari e/o gestori del campo di tiro, attestante la rispondenza ai requisiti richiesti nell’art. 7 cap.I e valida quale Nulla Osta a che sul proprio campo di tiro possa essere realizzata la competizione richiesta da eventuale A.S.D. diversa da quella legata alla gestione del poligono - da allegare alla domanda di richiesta gare -;

  •   Indicazione del Match Director (che non potrà prendere parte alla competizione), scelto tra coloro che risultino inseriti in apposito “Albo Federale” non appena questo sarà operativo, lo stesso M.D. potrà essere sostituito, in caso di assenza per cause di forza maggiore, da altro soggetto obbligatoriamente facente parte del citato Albo Federale (A valere dal momento della formale istituzione del previsto Albo Federale). In “mancanza” del predetto Albo, il nominativo del M.D. dovrà essere comunicato alla Commissione Sportiva che ne valuterà i requisiti e ne autorizzerà la nomina;

  •   Almeno sette giorni prima dell’inizio della competizione, comunicare alla segreteria della Federazione il nominativo di un rappresentante dell’organizzazione incaricato dell’accompagnamento ed assistenza di eventuali infortunati;

  •   Almeno sette giorni prima dell’inizio della competizione, comunicare alla segreteria della Federazione l’elenco dei nominativi delle persone che provvederanno alla realizzazione degli esercizi di gara, detto personale potrà essere sostituito, ma previa comunicazione al Referente della Commissione Sportiva indicando le motivazioni di tale avvicendamento. Queste persone, unitamente al Match Director e all’eventuale altro personale addetto al montaggio che avrà avuto accesso all’interno degli stage di gara allestiti o in fase di allestimento, non potranno partecipare alla competizione. A questo personale, laddove richiesto, sarà data la possibilità di gareggiare, ma fuori classifica, durante il “pre Match”. Il gestore/proprietario del campo e il Club Organizzatore saranno ritenuti diretti responsabili nel caso di mancata applicazione e rispetto del presente articolo e dovranno impedire l’accesso a dette aree a chiunque non previsto nell’elenco citato, fatta eccezione per i rappresentanti Federali sul campo. Eventuali violazione saranno ritenute gravissimo comportamento antisportivo e oggetto di sanzione sia per il trasgressore che per il gestore/proprietario del campo e per il Club Organizzatore.

  •   Lo “stage profile” della gara, con il programma della stessa, dovrà essere stilato nel rispetto dei seguenti punti:

  1. la competizione dovrà iniziare nell’orario previsto dagli organizzatori e riportato nel programma;

  2. la competizione comunque dovrà avere inizio non oltre le ore 09,00 del mattino e dovrà concludersi 30 minuti prima del crepuscolo, in ogni caso non oltre le ore 19,00;

  3. le classifiche finali saranno ufficializzate 30 minuti dopo la pubblicazione dei “Verify list FINALI”. Immediatamente dopo si dovrà procedere alla premiazione che, nel caso sopraggiunga l’oscurità, avverrà obbligatoriamente sotto adeguata luce artificiale; nel periodo estivo non sono permesse proroghe ai tempi succitati;

Nella realizzazione degli esercizi e nella gestione della gara dovranno essere rispettate le seguenti condizioni:

Le “fault line” e gli “shooting box” dovranno essere realizzati nel rispetto del regolamento F.I.T.D.S./I.P.S.C. (art. 2.2.1.4);

I bersagli reattivi (“pepper popper”, “plate”) dovranno essere riverniciati dopo ogni gruppo di tiratori;

dovranno essere utilizzate le sagome Ufficiali F.I.T.D.S./I.P.S.C. di colore diverso da quello dei penality, le stesse dovranno essere sostituite al massimo ogni due gruppi di tiratori, salvo circostanze specifiche e/o sagome parzializzate e che subiscano particolare danneggiamento;

dovrà essere presente sul campo, per tutta la durata della competizione, il rappresentante dell’organizzazione incaricato dell’accompagnamento ed assistenza di eventuali infortunati; dovrà essere presente sul campo, per tutta la durata della competizione un mezzo di pronto soccorso con relativo personale addetto.

Sul campo di tiro, ospitante una qualsiasi manifestazione Ufficiale F.I.T.D.S., non potranno essere svolte - contemporaneamente - altre competizioni relative a qualunque disciplina di tiro; è altresì fatto divieto di impiegare gli spazi presenti sulla stessa area di svolgimento della competizione, ma non adibiti alla gara, per ogni altro tipo di competizione. Eccezione alla presente disposizione per i campi di tiro dislocati su più aree – distinte e separate – o allocate su piani differenti. Dovranno comunque essere rispettate tutte le prescrizioni sancite dal presente regolamento sportivo ed in caso di violazione non saranno assegnate manifestazioni sportive nell’anno successivo all’inadempienza.

Al fine d’uniformare le gare nazionali Federali con quelle di livello internazionale i bersagli metallici (“pepper popper, plate”) dovranno essere previsti nella misura minima pari al 10% e fino ad un massimo del 25% dei colpi minimi previsti nella competizione, le sagome parzializzate non potranno eccedere il 20% dei bersagli cartacei ingaggiabili, mentre bersagli penalty sia metallici che cartacei non potranno rispettivamente superare il 20% dei loro omologhi bersagli il cui ingaggio andranno a limitare. Detti bersagli parzializzati e ostaggiati dovranno essere disposti a distanze ragionevolmente brevi per mantenere la “dinamicità” degli esercizi.
E’ consentito l’utilizzo delle due tipologie dimensionali di bersagli cartacei approvati dalla F.I.T.D.S./I.P.S.C. di colore marrone e nel rispetto della regola 4.2.1..

Nei campi di gara, ove l’organizzazione lo ritenga possibile, potrà essere autorizzato l’uso di palle blindate. Il ‘briefing’ di ogni esercizio dovrà essere approvato dal Range Master incaricato. Il “briefing” dovrà essere letto dal Range Officer ai tiratori. Dovrà essere, inoltre, esposto presso lo stage onde consentirne agevolmente la lettura a tutti i tiratori e comprendere le eventuali modifiche, apportate anche a penna, ma concordate e controfirmate dal Match Director e dal Range Master.

Il mancato rispetto di quanto previsto comporterà una nota di demerito per l’organizzatore della gara o per il proprietario del campo, detta nota entrerà a far parte insieme con gli altri elementi valutativi a disposizione della Federazione ai fini delle successive assegnazioni.
La FITDS si riserva di modificare le avvenute assegnazioni degli eventi calendarizzati per il campionato in corso, qualora emergano inadempienze o gravi lacune organizzative da parte dei gestori/organizzatori delle competizioni.

ART. - 10 - AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICA

Tutte le classifiche dovranno essere elaborate con il programma WinMSS.
Lo Statt Officer della gara dovrà inviare immediatamente dopo aver ultimato il proprio lavoro, al Computerista Ufficiale della Federazione ed alla Segreteria della Federazione il File.zip della competizione, al fine di poter pubblicare i risultati della competizione sul sito Federale.
Al termine della manifestazione e comunque trascorsa un’ora dalla lettura e/o pubblicazione delle classifiche, le stesse non potranno subire alterazioni e/o variazioni di alcun genere; con la stessa modalità non potranno essere presentati ricorsi di alcuna natura. Ogni tiratore avrà l’obbligo di verificare i propri dati che dovranno essere pubblicati sul campo di tiro prima della stesura delle classifiche e comunque al termine di ogni turno di gara. Si precisa che sarà cura dei tiratori verificare il proprio corretto inserimento nei Team ufficiali. La F.I.T.D.S. provvederà nel più breve tempo possibile, ad aggiornare la classifica nazionale ed a pubblicarla nel proprio sito Internet all’indirizzo “ http://www.fitds.it “.

 

INTRODUZIONE AL TIRO DINAMICO

Capitolo II°

ART. - 1 - CRITERIO VALUTATIVO “ BRONZO”

Ai fini di verificare la preparazione dei tiratori della specialità di Tiro Dinamico Sportivo, viene confermato il criterio valutativo diviso in tre livelli: Oro - Argento - Bronzo. Per il conseguimento dei vari livelli verrà effettuata una prova eseguendo alcuni esercizi standard specificati su apposito programma. Il tiratore, per il conseguimento del diploma di merito, dovrà inoltrare domanda al Presidente della Società sportiva a cui appartiene e versare la relativa quota alla F.I.T.D.S. almeno come socio amatore. Non si può conseguire il riconoscimento “Argento” oppure “Oro” se prima non si è ottenuto il riconoscimento precedente. Il criterio valutativo introdotto sarà utile anche a tutte le società sportive che, non avendo possibilità di organizzare gare sociali, potranno considerare le tre prove come selezione per i propri tiratori per le gare valide per il Campionato Italiano. Il conseguimento dei vari livelli verrà registrato presso la Segreteria della F.I.T.D.S. nell’apposito albo. Il raggiungimento del livello bronzo rilasciato da un istruttore Federale sarà obbligatorio per quanti intendano effettuare attività agonistica in gare Ufficiali F.I.T.D.S, sia esse di carattere Nazionale che Regionale/Provinciale.

IL livello Bronzo è richiesto altresì per tutti quei tiratori che avendo partecipato solamente al Campionato Italiano di Fucile ad Anima Liscia e Rifle, intendano iscriversi a gare per arma corta. Il livello Bronzo è richiesto per tutti quei tiratori che siano intenzionati alla pratica del tiro dinamico sportivo, Militari compresi. Ulteriori programmi e/o corsi di insegnamento volti alla preparazione del candidato saranno quantificati dal Tecnico in maniera autonoma. L’istruttore che non si uniformerà a quanto stabilito dalla F.I.T.D.S. verrà sanzionato dalla Federazione stessa.

REGOLAMENTO TECNICI ED ISTRUTTORI FEDERALI F.I.T.D.S.

Capitolo III°

Il regolamento è pubblicato sul sito ufficiale della Federazione.

DISCIPLINA DELLE GARE

Capitolo IV°

ART. - 1 - ORGANIZZAZIONE E PROGRAMMA DI GARA

E’ cura degli organizzatori predisporre adeguati programmi di gara come previsto dall’art. 3 del presente capitolo. I programmi di gara devono pervenire alla F.I.T.D.S. per la relativa approvazione e successiva pubblicazione sul sito F.I.T.D.S. almeno 30 giorni prima della data della competizione, salvo deroghe particolari concesse dalla Commissione Sportiva per motivi organizzativi e logistici.

ART. - 2 - APPROVAZIONE DEI PROGRAMMI

La Commissione Sportiva, entro 3 (tre) giorni dall’acquisizione della documentazione, esclusivamente in formato Word ed in unico file, provvederà all’approvazione dei programmi o a richiedere le modifiche ritenute opportune che dovranno essere immediatamente ed insindacalmente apportate. Ogni comunicazione verrà inviata per iscritto, (via fax o e-mail) all’organizzazione della competizione, alla componente arbitrale e alla segreteria Federale.

ART. - 3 - CONTENUTO DEI PROGRAMMI

I programmi di gara dovranno specificare almeno:
1. Nome,Cognome,indirizzo,n°telefonico,n°fax,e-maildell’OrganizzazioneedelM.D.; 2. indicazionedelMatchDirector;
3. dataeluogodellacompetizione;
4. modalitàdell’iscrizionetramitesistemaonlineMA.RE.;
5. numero massimo dei tiratori ammessi alla competizione suddivisi per le giornate di gara

previste e per gli eventuali turni giornalieri;
6. Esattaindicazionedeglioraridiiniziodellacompetizioneperognigiornodigaraeperogni

turno;
7. tipodimunizioniconsentiteovietate;
8. numerodegliesercizi;
9. colpiminimirichiestiperaffrontarelacompetizione; 10. “stage profile” e relativi breafing.

I programmi dovranno inoltre contenere una rappresentazione grafica degli esercizi con specificate le seguenti caratteristiche:
• tipo di esercizio;
• condizione di partenza;

• colpi minimi richiesti;
• distanze minime e massime di ingaggio dei bersagli;
• numero dei bersagli cartacei;
• numero e tipo dei bersagli metallici abbattibili (popper, piastre, piatti); • punteggio totale;
• “stage factor”;
• procedura;

Dovrà essere inoltre specificato:

 L’assoluto divieto di utilizzare qualsiasi tipo di abbigliamento militare, paramilitare, nonché l’utilizzo di abbigliamento e/o accessori che in qualche modo possano ledere l’immagine della F.I.T.D.S.. In nessun caso saranno ammesse deroghe di alcun genere.

 elenco di alberghi e ristoranti con i relativi numeri telefonici, limitrofi al campo di tiro specificando se sono state previste particolari convenzioni;

 come raggiungere il campo attraverso le principali arterie stradali ed eventuali coordinate geografiche.

ART. - 4 – ISCRIZIONI

Il costo massimo di iscrizione a tutte le competizione del Campionato Federale, nonché quelle Regionali, Interregionali e Provinciali autorizzate è stabilito dal Consiglio Federale.

ART. - 5 - ISCRIZIONE INDIVIDUALE ALLE GARE

Per tutte le competizioni Ufficiali facenti parte i Campionati Italiani 2017 di qualsiasi tipologia e Fascia, l’iscrizione e il pagamento della stessa da parte del Tiratore avverrà per via telematica attraverso il sistema MA.RE. (“Match Registration”) secondo le modalità e le tempistiche che verranno rese note sul sistema stesso.

La partecipazione alle suddette competizioni da parte di tiratori che non abbiano perfezionato la loro iscrizione attraverso il sistema Ma.Re. comporterà l’automatica sospensione della tessera Federale per giorni 45 dalla riscontrata violazione, con impossibilità a partecipare a competizioni regolarmente indette che si svolgano sotto l’egida della F.I.T.D.S. per tutta la durata della comminata sospensione.
Per quanto concerne la sostituzione di eventuali Tiratori rinunciatari già iscritti, tale eventualità
sarà consentita solo ed esclusivamente tramite la funzionalità "Lista di Attesa" presente nel sistema MA.RE. che in automatico provvederà all’avvicendamento del nominativo nella “shooting-list”, secondo le modalità pubblicate nell'apposito Comunicato Federale. Non sarà ammessa o consentita alcuna diversa sostituzione di tiratore già iscritto con tiratore non iscritto se non segnalata entro 3 (tre) giorni dalla chiusura delle iscrizioni.

ART. - 6 - ABBIGLIAMENTO DI GARA

Durante lo svolgimento della competizione il Tiratore dovrà in ogni caso avere un abbigliamento decoroso e idoneo ad affrontare la gara, indossando possibilmente maglie che indichino la Società di appartenenza. E’ espressamente proibito l’uso di abbigliamento militare o altri capi di vestiario/buffetteria che possano in qualche modo ricondurre allo svolgimento di attività non attinenti alla disciplina del Tiro Dinamico Sportivo. E’ facoltà del M.D., del Commissario Speciale o dei Rappresentanti Federali, precludere la partecipazione alla manifestazione del tiratore che indossi un abbigliamento in contrasto con il presente articolo.

ART. - 7 – OBBLIGHI DEI TIRATORI

Gli iscritti alla competizione sono obbligati al rispetto di tutte le norme di sicurezza nel maneggio dell’attrezzatura, nonché al rispetto delle prescrizioni dettate dal Match Director, dal Range Master, e dai “Range Officers”. In particolar modo dovranno aver cura di indossare durante tutto il periodo di permanenza sul campo di gara, occhiali protettivi e cuffie o tappi a protezione delle orecchie. Si obbligano inoltre a segnalare l’esistenza di tali prescrizioni a chiunque si accorgessero non le rispetti, ed in mancanza di tempestivo adempimento da parte del soggetto, a segnalare immediatamente tale circostanza al Range Officers più vicino.
Sono obbligati altresì al rispetto delle norme contenute nel presente Regolamento Sportivo e al regolamento FITDS/IPSC ultima edizione.
E’ fatto altresì obbligo ai partecipanti alla competizione di rendersi disponibili, se richiesto dai singoli Range Officers, a collaborare fattivamente alle ripristino dello stage secondo tempi e modalità che l’Ufficiale di gara avrà cura di comunicare agli interessati, il disattendere a tali richieste sarà sanzionato con un “warning” ufficiale, apposto per iscritto sul foglio giro; se reiterato durante la competizione con la comminazione di un secondo “warning”, verrà applicato quanto previsto dall’art.10.6.1 del regolamento F.I.T.D.S./I.P.S.C. in vigore.

ART. - 8 – REQUISITI DEI TIRATORI PER POTER PARTECIPARE ALLE COMPETIZIONI

Per poter partecipare alle competizioni dei Campionati Italiani e Federali (fascia A e B), nonché ad ogni altra competizione inclusa nel calendario ufficiale, ad eccezione della specialità “Steel Challenge”, il tiratore dovrà essere necessariamente tesserato come agonista.
Per poter partecipare alle competizioni dei Campionati Invernali Interregionali (C.I.I.), il tiratore dovrà essere tesserato almeno come Amatore agonista (in possesso del Livello Bronzo).

ART. – 9 – GARE MINORI ARMA CORTA (Provinciali)

Per l’ottenimento dell’autorizzazione allo svolgimento di dette gare sotto l’egida F.I.T.D.S., gli organizzatori delle gare Provinciali dovranno:

  1. Formulare richiesta scritta alla Segreteria F.I.T.D.S., utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito Federale;

  2. Inviare la rappresentazione grafica degli esercizi che dovranno essere autorizzati dalla Commissione Sportiva;

  3. Comunicare alla Segreteria F.I.T.D.S. almeno sette giorni prima dello svolgimento della competizione, l’elenco scritto dei tiratori partecipanti alla gara che dovranno essere in regola con il tesseramento relativo all’anno in corso. La stessa Segreteria provvederà ad effettuare i previsti controlli sul possesso dei requisiti per l’iscrizione alle competizioni.

Le suddette manifestazioni sportive ufficialmente riconosciute ed autorizzate saranno pubblicate sul sito ufficiale Federale.
A dette competizioni potranno partecipare anche i Tiratori tesserati amatori agonisti in possesso del livello Bronzo.

ART. - 10 - ANNULLAMENTO DELLA GARA PRECEDENTE ALLO SVOLGIMENTO

Se per qualsiasi motivo la competizione debba essere annullata prima del suo inizio e senza la possibilità di essere rinviata ad altra data, la quota di iscrizione pagata dal tiratore, decurtata dei costi di gestione del programma MA.RE., dovrà essere rimborsata per quanto di competenza direttamente dall’ASD organizzatrice della competizione, senza necessità che ne venga fatta richiesta dagli aventi diritto.

Art. - 11 - RINVIO DELLA COMPETIZIONE ANTE INIZIO GARA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE

In caso di rinvio della competizione l’Organizzatore è tenuto alla restituzione delle quote di iscrizione a tutti coloro che per iscritto ne faranno richiesta, nel caso in cui ricorrano le seguenti condizioni:

1. che la competizione sia rinviata di oltre 8 giorni;
2. che entro 48 ore dalla comunicazione ufficiale pubblicata sul sito Federale della nuova data

di svolgimento della competizione, il tiratore faccia pervenire all’organizzatore richiesta di

rimborso.
Le due condizioni sopra riportate sono essenziali e pertanto devono realizzarsi entrambe perché maturi il diritto al rimborso.
Nell’ipotesi di rinvio della competizione nel lasso temporale precedente gli 8 (otto) giorni, nel caso il tiratore regolarmente iscritto alla gara sia impossibilitato a partecipare alla stessa, l’Organizzatore sarà tenuto al rimborso della quota nella misura pari al 50% al netto delle competenze Pay Pal e delle spettanze Federali; condizione fondamentale al fine dell’ottenimento di tale rimborso è che l’interessato produca apposita richiesta all’indirizzo mail dell’A.S.D. organizzante che verrà obbligatoriamente indicato sulla brochure di gara, entro le ore 24.00 del giorno successivo al rinvio.

ART. - 12 - SOSPENSIONE COMPETIZIONE DURANTE LO SVOLGIMENTO

Il tiratore ha diritto alla restituzione della quota di iscrizione qualora non abbia ancora iniziato la competizione. Al contrario, se il tiratore ha iniziato la competizione non avrà più diritto ad alcun rimborso conservando il diritto di partecipare alla prosecuzione della manifestazione alla sua ripresa. Per tutti gli iscritti che NON abbiano ancora iniziato la gara, nel caso la prosecuzione della competizione sia rinviata ad un periodo superiore gli 8 (otto) giorni, varranno le regole previste dall’art. 11 del presente Regolamento.

ART. - 13 - ANNULLAMENTO DELLA GARA DURANTE LO SVOLGIMENTO

Se per qualsiasi motivo la competizione debba essere annullata durante il suo svolgimento, senza che peraltro sussista la possibilità di essere rinviata ad altra data, dovranno essere rimborsate, ai tiratori che non avessero ancora iniziato la gara, le quote di partecipazione versate al netto delle competenze Pay Pal e Federali. Non saranno rimborsate, invece, le quote di iscrizione ai tiratori che avranno iniziato e non terminato la competizione.

ART. - 14 – RIVERNICIATURA BERSAGLI METALLICI

I bersagli metallici dovranno, di regola, essere riverniciati prima che ogni nuovo gruppo di tiro affronti lo stage. Nel caso di partecipazione alla competizione di un tiratore audioleso, è fatto obbligo al personale preposto dall’organizzatore o agli RR.OO. incaricati dell’arbitraggio di riverniciare i bersagli prima che il tiratore in questione sia chiamato ad eseguire l’esercizio. Sarà cura degli eventuali tiratori audiolesi segnalare la propria presenza al Range Master della manifestazione che ne darà opportuna segnalazione agli RR.OO. degli esercizi che prevedano tale tipologia di bersagli, perché provvedano di conseguenza.

SUDDIVISIONE TERRITORIALE

Capitolo V°

ART. 1 – CAMPIONATO ITALIANO DI ECCELLENZA (FASCIA A)

Unico ambito territoriale su tutto il territorio Nazionale. Gare articolate su n°12 esercizi con turnazione unica giornaliera e con gruppi formati da un massimo di 12 tiratori. I turni previsti per la competizione sono suddivisi nelle due giornate di sabato e domenica. Su specifica richiesta avanzata alla C.S. da parte dell’organizzatore della gara, la C.S. stessa valuterà la possibilità di estendere la competizione anche al turno del venerdì, con le stesse modalità delle altre giornate di gara e nel rispetto della capacità di ogni turno di tiro. Tutte le competizioni facenti parte del Campionato Italiano di Eccellenza (fascia A) dovranno ordinariamente ottenere il riconoscimento “Level III” da parte dell’I.P.S.C.; la F.I.T.D.S. detrarrà i costi relativi a tale operazione, stabiliti dall’I.P.S.C. stessa, (pari ad €. 100,00), detraendo all’origine la somma a fronte del saldo delle quote di iscrizione all’organizzazione di gara. Il costo di partecipazione alle competizioni facenti parte il Campionato Italiano di Eccellenza (fascia A) viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

ART. - 2 – CAMPIONATI FEDERALI DI MACROAREA (FASCIA B)

La F.I.T.D.S. per lo svolgimento di detti campionati ha individuato sei Macroaree; le gare saranno costituite da n° 8 esercizi, suddivise in due turni giornalieri (mattina e pomeriggio). I gruppi di tiro potranno essere formati da un numero massimo di 8 (otto) tiratori. I turni previsti per la competizione saranno suddivisi nelle due giornate di sabato e domenica. E’ concesso agli organizzatori, al fine di adattare le esigenze sportive a quelle organizzative, di realizzare due “short corse” all’interno del medesimo stage, nel qual caso limitando a 7 il numero dei gruppi di tiro, al fine di consentire lo svolgimento di due esercizi realizzati in un'unica area ed in sequenza. Nel caso in cui venga adottata questa procedura, il numero dei componenti i gruppi di tiro sarà elevato a 9 (nove) tiratori.

La suddivisione di dette Macroaree sarà la seguente:

Macroarea 1: Nord Ovest (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria) Macroarea 2: Nord Est (Emilia Romagna, Veneto, Friuli, Trentino)
Macroarea 3: Centro (Toscana, Umbria, Marche)
Macroarea 4: Centro sud (Lazio, Campania, Puglia, Abruzzo, Molise, Basilicata) Macroarea 5: Sud ( Calabria e Sicilia)

Macroarea 6 : Sardegna

Il costo di partecipazione alle competizioni facenti parte del Campionato Federale (Fascia B) viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

REGOLAMENTO CAMPIONATI INVERNALI F.I.T.D.S. 2017 Art. - 1 - SUDDIVISIONE TERRITORIALE

Come già prevista dal Regolamento Sportivo 2016.

Art. - 2 - DELEGATI DI MACROAREA

  •   Macroaree 1 e 2: Sig. BONOMI Cristian;

  •   Macroaree 3 e 4: Sig. FONTANELLI Sergio;

  •   Macroarea 5: Sig. MAZZARA Davide;

  •   Macroarea 6: Sig. COZZELLA Claudio.

    Il Delegato di Macroarea rappresenterà la Federazione nell’area territoriale di competenza e farà diretto riferimento ai componenti la Commissione Sportiva Federale.

I Responsabili della Commissione Sportiva Federale a cui i Delegati di Macroarea dovranno fare riferimento sono:

  •   Sig. Luca ELETTRI: Macroarea 1 e 2

  •   Sig. Giulio DEL ROSARIO: Macroarea 3 e 4

  •   Sig. Roberto VEZZOLI: Macroarea 5 e 6
    ART. - 3 - CARATTERISTICHE DELLE COMPETIZIONI DEL CAMPIONATO

    INVERNALE F.I.T.D.S.

    Al fine di non impegnare per l’intera giornata il tiratore, esporlo il meno possibile alle rigide temperature invernali e consentirgli trasferte meno impegnative, le competizioni dovranno prevedere un numero di sei stage. La competizione si svolgerà secondo lo schema del doppio turno giornaliero ed un numero minimo di 85 colpi che l’organizzatore potrà aumentare a propria discrezione, nel rispetto di quanto previsto nel Regolamento Sportivo Federale e nel Regolamento FITDS/IPSC. Per le Macroaree 5 e 6 potranno essere effettuate, in deroga, competizioni con turno unico nella sola giornata della domenica con un numero di tiratori per gruppo stabilito dal Delegato Fitds di concerto con il referente della C.S. preposto. Il bilanciamento della tipologia degli esercizi previsto per ogni competizione dovrà prevedere 1 Long course, 2 Medium course e 3 Short course.

    ART. - 4 - REQUISITI PER POTER PARTECIPARE ALLE COMPETIZIONI DEL CAMPIONATO INVERNALE F.I.T.D.S.

    Potranno partecipare alle competizioni del Campionato Invernale F.I.T.D.S. tutti gli iscritti già tesserati per l’anno 2016 e 2017 in qualità di soci agonisti e soci amatori agonisti in possesso del “livello bronzo 3000”.

ART. - 5 - CALENDARIO GARE

La Commissione Sportiva provvederà ad assegnare le competizioni del Campionato nel rispetto delle date previste dal calendario che sarà pubblicato in tempo utile, in base al principio dell’alternanza annuale dei campi di tiro ed in considerazione delle relazioni stilate dai RR.MM. nella stagione agonistica precedente.

Ogni Campionato Invernale di Macroarea, suddiviso secondo lo schema riportato all’art. 3.11 del regolamento sportivo vigente, dovrà prevedere quattro competizioni. Nel caso, per motivi non dipendenti da questa Federazione, non fosse possibile lo svolgimento di nr. 4 competizioni in ognuna delle 6 (sei) Macroaree la Commissione Sportiva Federale provvederà ad apportare idonei correttivi che si rendessero necessari al fine di portare a compimento l’attività di cui al presente Regolamento.

Lo svolgimento dei Campionati Invernali dovrà concludersi necessariamente entro il 31 gennaio 2017.

ART. - 6 - ASSEGNAZIONE GARE

L’assegnazione delle competizioni facenti parte il calendario ufficiale Federale dei Campionati Invernali sarà effettuata dalla Commissione Sportiva, previa acquisizione entro il 20 ottobre 2016 delle relative domande corredate di dichiarazione, debitamente sottoscritta e del possesso da parte della ASD richiedente dei titoli previsti. A tale assegnazione potranno partecipare anche le A.S.D. non proprietarie di Campi di Tiro, salvo accordi diretti con le strutture in argomento che dovranno essere redatti per iscritto ed inviati in allegato alla domanda di richiesta. Detta documentazione dovrà essere fatta pervenire in originale alla Segreteria Federale che la metterà a disposizione della Commissione Campi per ogni più opportuna verifica si rendesse necessaria.

ART. - 7 - REQUISITI CAMPI DI GARA

Per poter ospitare una gara di Campionato Invernale, il campo di tiro dovrà obbligatoriamente essere in possesso dei requisiti di seguito elencati. Il possesso dei requisiti andrà attestato con una dichiarazione del Presidente della ASD organizzatrice. La F.I.T.D.S. per il tramite della Commissione Campi, si riserva la possibilità di verificare la rispondenza del sito, oltre alle normative vigenti, ai requisiti minimi richiesti dalla Federazione stessa al fine di autorizzare lo svolgimento di competizioni sportive.

REQUISITI:

  •   Possesso dell’autorizzazione (licenza) temporanea o permanente da parte dell’autorità competente allo svolgimento dell’attività di tiro dinamico;

  •   Possesso di Polizza Assicurativa RCT;

  •   Disporre di almeno 6 aree di tiro dove poter realizzare n. 6 esercizi per poter ospitare

    competizioni dei Campionati Interregionali Invernali;

  •   Disporre di adeguate strutture, fisse o mobili, che permettano a tutti i tiratori di potersi riparare dall’eventuale pioggia o dal sole;

  •   Disporre adeguate strutture, fisse o mobili, che permettano a tutti i R.O. di potersi riparare dall’eventuale pioggia o dal sole;

  •   Disporre di una zona di sicurezza (“Safety Area”) per ogni cinque stage di cui una primaria;

  •   Disporre di una zona cronografo;

  •   Disporre di tanti posti a sedere quanti ne siano necessari per tutti i tiratori partecipanti nella giornata di gara;

  •   Disporre di un locale adeguato per la segreteria e per l’alloggiamento degli “Statt Officers”;

  •   Disporre di minimo due servizi igienici (uomini e donne);

  •   Disporre di un locale adeguato ed igienicamente idoneo, al fine di permettere i previsti controlli ”antidoping” nel pieno rispetto della normativa sulla “Privacy”.

  •   Disporre di idonea area adibita a servizio di ristoro funzionante per tutta la durata della manifestazione;

  •   Disporre di ampio parcheggio, nelle immediate vicinanze del campo, di dimensioni adeguate ad accogliere gli automezzi dei partecipanti;

  •   Disporre di un area riservata all’ambulanza ed ai mezzi di soccorso a cui sia garantito il libero accesso in qualsiasi momento;

  •   Disporre di strutture rigide in numero e dimensione adeguate alla costruzione degli esercizi (“stages”).

ART. - 8 - NUMERO MASSIMO DI ISCRITTI PER OGNI COMPETIZIONE

Ogni gara potrà prevedere un numero massimo di dieci tiratori per gruppo e la competizione si svolgerà su 6 (sei) Stages prevedendo il doppio turno giornaliero (mattina/pomeriggio). E’ diritto dell’organizzatore richiedere la possibilità di effettuare un turno unico con inizio alle ore 13,00, ovvero richiedere la chiusura del/i turno/i previsti per la giornata del sabato. Tale richiesta

DEVE essere effettuata contestualmente all’invio del programma di gara e stabilita con il Delegato di Macroarea preposto.

ART. - 9 - ORGANIZZAZIONE E PROGRAMMI DI GARA

Gli organizzatori dovranno predisporre adeguati programmi di gara nel rispetto del presente regolamento e del regolamento sportivo F.I.T.D.S. in vigore. I programmi di gara dovranno

pervenire al Delegato di Area Interregionale, esclusivamente in formato Word ed in un unico file di max 3 MB, per la relativa approvazione, almeno 20 gg prima dell’evento. La pubblicazione sul sito F.I.T.D.S. avverrà quando gli stessi perverranno alla C.S..

ART. - 10 - CONTENUTO DEI PROGRAMMI

I programmi di gara dovranno specificare almeno:

  •   Nome, Cognome, indirizzo, n° telefonico, n° fax, e-mail dell’Organizzazione;

  •   Indicazione del Match Director (di comprovata esperienza ed Iscritto alla FITDS in qualità di Agonista);

  •   Nominativi degli incaricati alla realizzazione degli esercizi di gara;

  •   Arbitraggio a cura del S.A.F.R.O.;

  •   Data e luogo della competizione;

  •   Numero tiratori ammessi alla competizione;

  •   Giorno o giorni di gara;

  •   Orario di svolgimento della competizione;

  •   Turni di gara con relativi orari;

  •   Tipo di munizioni consentite o vietate;

  •   Numero degli esercizi;

  •   Colpi minimi richiesti per la competizione;

  •   “Stage profile” e relativi breafing.

  •   I programmi dovranno inoltre contenere una rappresentazione grafica degli esercizi;

Dovranno essere specificate inoltre, per ogni singolo esercizio le seguenti informazioni:

  1. tipo di esercizio;

  2. condizione di partenza;

  3. colpi minimi richiesti;

  4. distanze minime e massime di ingaggio dei bersagli;

  5. numero dei bersagli cartacei;

  6. numero e tipo dei bersagli metallici abbattibili (popper, piastre, piatti);

  7. punteggio totale;

  8. “stage factor”;

  9. procedura;

Dovrà essere inoltre specificato:

• Elenco di alberghi e ristoranti con i relativi numeri telefonici, limitrofi al campo di tiro specificando se sono state previste particolari convenzioni;

• Come raggiungere il campo attraverso le principali arterie stradali.

ART. - 11 - APPROVAZIONE DEI PROGRAMMI

Il Delegato di Macroarea, entro 2 (due) giorni dall’acquisizione della documentazione,
provvederà all’approvazione dei programmi o a richiederne la modifica degli stessi all’organizzazione; una volta approvati invierà il programma e la locandina approvata (tramite E- Mail) al preposto responsabile della Commissione Sportiva Federale il quale, confermata l’approvazione, ne darà tempestiva comunicazione all’organizzatore della competizione, alla componente arbitrale (S.A.F.R.O.) ed ai responsabili del sistema informatico di iscrizione alle gare “MA.RE”.

ART. - 12 - ISCRIZIONI

Saranno effettuate esclusivamente attraverso il sistema MA.RE. Il costo massimo di iscrizione a tutte le competizione del Campionato Invernale 2017 è stabilito dal Consiglio Federale in €. 43.50. Non sarà possibile effettuare iscrizioni sul campo od oltre il termine fissato dal sistema MA.RE. che viene stabilito alle ore 20.30 del martedì antecedente l’inizio della competizione. Le priorità di iscrizione alle competizioni vedrà privilegiate le classi di merito A, B, C, D, che potranno iscriversi dal primo giorno utile; gli appartenenti alle classi di merito M e GM potranno iscriversi con la seconda priorità che sarà resa operativa dopo i primi due giorni.

ART. - 13 - “WILD CARDS” (Posti Riservati all’organizzazione)

Per le competizioni relative al Campionato in argomento, la Commissione Sportiva Federale ha inteso riservare agli organizzatori delle competizioni la gestione di nr. 4 (quattro) “Wild Cards”; la disponibilità delle stesse sarà inserita a priori nel Sistema informatico delle iscrizioni MA.RE. come di seguito specificato:

nr. 01 Wild Card nel 1° turno del Sabato
nr. 01 Wild Card nel 2° turno del Sabato
nr. 01 Wild Card nel 1° turno della Domenica nr. 01 Wild Card nel 2° turno della Domenica

Quanto sopra salvo disponibilità in turni e giorni diversi; nel caso di competizione da svolgersi in una sola giornata, le wild card assegnate saranno esclusivamente nr. 2 (due) totali.
I posti in argomento saranno riservati antecedentemente all’apertura delle iscrizioni ad ogni singola gara; compariranno visibili sulla “griglia iscritti” e saranno nella esclusiva disponibilità del Match Director della manifestazione.

La disponibilità delle wild cards sarà garantita all’organizzatore salvo rinuncia scritta alla Segreteria Fitds da parte dello stesso, così come potranno essere concesse in eccedenza qualora i posti disponibili alla competizione non siano completamente prenotati e comunque non oltre la giornata del mercoledì antecedente la chiusura delle iscrizioni.

Il M.D. che vorrà utilizzare una o più delle citate “Wild Cards”, dovrà provvedere all’invio dei dati del tiratore che usufruirà del beneficio (nome, cognome, divisione d’arma, p/f, nr. tessera Federale), all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . La Federazione, all’atto del bonifico bancario della somma risultante dalle iscrizioni alla competizione sul c/c dell’organizzatore di gara, decurterà la somma totale delle wild card utilizzate al netto delle previste competenze pay pal.

Per le gare del Campionato Invernale 2017, verranno considerate le classificazioni di merito acquisite nel corso del campionato F.I.T.D.S. 2016.
I RR.OO. potranno disputare la gara durante il “Pre Match”, organizzato il giorno precedente l’inizio del “Main Match” od eventualmente nel 1° turno libero previsto dall’organizzazione di gara. Gli Ufficiali di Gara potranno effettuare la competizione durante lo svolgimento del match a discrezione del R.M. designato, a condizione che lo stesso possa prevedere adeguate sostituzioni durante lo svolgimento della manifestazione. Gli RR.OO. che usufruiranno di tale deroga, non avranno diritto al rimborso del turno di gara che li vedrà partecipare quali agonisti.

Il R.O dovrà formalizzare la propria iscrizione alla gara dandone comunicazione scritta (via Fax o e-mail) all’organizzatore della competizione, almeno sette giorni prima dall’inizio della stessa. L’organizzatore comunicherà i nominativi dei partecipanti in argomento al R.M. ed allo S.O. della competizione che provvederà ad inserirli nel database di gara.

ART. - 14 - DIVISIONI AMMESSE

Vengono riconosciute 5 (cinque) divisioni (“Division”) di armi.
1. Arma di Divisione “Open” come da regolamento F.I.T.D.S. / I.P.S.C.
2. Arma di Divisione “Standard” come da regolamento F.I.T.D.S. / I.P.S.C. 3. Arma di Divisione “Classic” come da regolamento F.I.T.D.S. / I.P.S.C.
4. Arma di Divisione “Production” come da regolamento F.I.T.D.S. / I.P.S.C. 5. Arma di Divisione “Revolver” come da regolamento F.I.T.D.S. / I.P.S.C.

ART. - 15 - CLASSIFICHE

Le classifiche delle competizioni inserite nel calendario dei Campionati Invernali F.I.T.D.S. 2017 verranno elaborate con il programma Win MSS e redatte nel modo seguente:

  •   classifiche individuali assolute, comprensive di tiratori aventi classe di merito GM e M, per le divisioni di armi previste;

  •   classifiche individuali assolute (deletate delle classi di merito GM e M) per le divisioni di armi previste;

  •   classifica per classi B, C e D per le divisioni di armi previste;

  •   classifica per le categorie Senior, S.Senior, Lady e Junior per le divisioni di armi previste;

  •  

    ART. - 16 - PREMIAZIONI

    Gli organizzatori delle singole competizioni si faranno carico della premiazione che, ad ogni buon fine, dovranno seguire il rispetto delle seguenti prescrizioni:

  •   Al 1° classificato assoluto della competizione per ogni divisione d’arma (se appartenente a classe di merito GM o M), se presente.

  •   Ai primi 3 classificati assoluti della competizione, derivanti dalla classifica deletata dei tiratori appartenenti alla classe di merito GM e M.

  •   Ai primi 3 classificati delle classi di merito B, C, D, a condizione che abbiano effettivamente partecipato alla competizione almeno 5 tiratori per ogni classe di merito per ogni divisione d’arma.

  •   Ai primi 3 classificati nelle categorie S. Senior, Senior, Lady, Junior per ogni divisione d’arma, a condizione che abbiano effettivamente partecipato alla competizione almeno 5 tiratori per ogni categoria per ogni divisione d’arma.

  •   Nel caso la partecipazione dei tiratori per classi e categorie sia inferiore a 5 (cinque), ma in

    ogni caso non inferiore a 3 (tre), dovrà essere premiato esclusivamente il primo

    classificato. Questa prescrizione non si applica per il vincitore ASSOLUTO di ogni divisione - appartenente alla classe di merito GM o M - presente alla competizione, che dovrà essere premiato anche se presente 1 (uno) solo tiratore.

  •   Ad ogni buon fine l’organizzatore potrà prevedere, a totale discrezione, premiazioni in numero maggiore a quanto prescritto.

    Non sono previste iscrizioni a Squadre nelle gare ufficiali facenti parte del circuito relativo ai Campionati Invernali 2017.

    Le premiazioni dovranno prevedere medaglie di riconoscimento sportivo e gli eventuali ulteriori premi assegnati potranno essere formati esclusivamente da materiale di consumo, attrezzatura, buffetteria o prodotti gastronomici.

    Al fine di garantire la corretta assegnazione dei premi ai tiratori che non fossero presenti alla cerimonia della loro consegna, si precisa che il Match Director avrà l’obbligo di trascrivere i dati delle persone che eventualmente ritireranno gli stessi per conto di assenti, ovvero dovrà prevederne il deposito presso l’A.S.D. organizzatrice di quelli non consegnati, con l’indicazione del nominativo dell’avente diritto.

    Al termine del Campionato Invernale F.I.T.D.S. 2017, verrà effettuata la premiazione finale a cura della F.I.T.D.S.. Tale premiazione prevedrà l’assegnazione del titolo di Campione Invernale 2017 per ognuna delle 6 (sei) Macroaree e sarà rivolta oltre che ai vincitori dei podi assoluti di Divisione e di Categoria (ad eccezione degli appartenenti alle classi M e GM), anche ai primi classificati di ogni classe di merito (B, C, D) considerando la media delle tre migliori gare disputate in una stessa Macroarea. Per ogni vincitore verrà inviata, al Presidente della propria A.S.D. di appartenenza, una pergamena ed uno scudetto attestante il risultato conseguito.

    I vincitori del Campionato, assoluti, di categoria e di classe, potranno fregiarsi dello scudetto per tutta l’annata sportiva 2017.
    Si precisa che le competizioni in argomento faranno parte del circuito invernale e non daranno diritto ad alcuna priorità per le iscrizioni alle successive fasi dei Campionati Federale e Italiano 2017, il cui Regolamento Sportivo e calendario sarà definito in seguito dal Consiglio Federale.

ACCESSO AL CAMPIONATO ITALIANO E AL CAMPIONATO FEDERALE (FASCE “A” E “B”) DEI CAMPIONATI NAZIONALI F.I.T.D.S. 2017 - ISCRIZIONE ALLE COMPETIZIONI SPORTIVE

Capitolo VI°

ART. - 1 – PREMESSA

Tutti coloro i quali avranno provveduto al tesseramento, risultando quindi iscritti come tiratori agonisti, verranno “taggati” nel database Federale. Detta “taggatura” informatica, garantirà loro le prerogative e le limitazioni di cui al seguente schema riepilogativo:

TABELLA RIEPILOGATIVA

Classificazione di Merito e division di appartenenza

Campionato Italiano (fascia A)

Campionato Federale (fascia B)

GM e M

Possibilità di iscrizione alla competizione LIBERA nell’ambito dei posti disponibili (che verranno assegnati a chi prima provvede).

Possibilità di iscrizione alla competizione nell’ambito dei posti ancora disponibili nel 2° turno di apertura delle iscrizioni sul sistema MA.RE.

A, B, C e D che abbiano conseguito priorità 1 durante i Campionati Nazionali 2016 (resi noti con apposito comunicato).

Possibilità di iscrizione alla competizione LIBERA nell’ambito dei posti disponibili (che verranno assegnati a chi prima provvede).

Possibilità di iscrizione alla competizione nell’ambito dei posti ancora disponibili nel 2° turno di apertura delle iscrizioni sul sistema MA.RE.

A, B, C e D

Possibilità di iscrizione alla competizione nell’ambito dei posti ancora disponibili nel 2° turno di apertura delle iscrizioni sul sistema MA.RE.

Possibilità di iscrizione alla competizione LIBERA nell’ambito dei posti disponibili (che verranno assegnati a chi prima provvede)

ART. - 2 – CAMPIONATO ITALIANO (Fascia A):
Serie di competizioni che interesseranno un'unica area (Region Italia) alle quali l’accesso sarà

regolato come riportato nello schema precedente.

ART. - 3 – CAMPIONATO FEDERALE (Fascia B):
Serie di competizioni articolate su tutto il territorio nazionale e suddivise in 6 Macroaree alle

quali l’accesso sarà regolato come riportato nello schema precedente.

ART. - 4 – TIRATORI IN POSSESSO DI CLASSIFICAZIONE DI MERITO GM e M

Acquisiranno il diritto a partecipare alle competizioni sia del Campionato Italiano che Federale 2017, tutto questo secondo le modalità, le tempistiche, le limitazioni e le priorità di iscrizione di cui allo schema precedente
.

ART. 5 – TIRATORI IN POSSESSO DI CLASSIFICAZIONE DI MERITO A-B -C e D

Acquisiranno il diritto a partecipare alle competizioni sia del Campionato Italiano che Federale 2017, tutto questo secondo le modalità, le tempistiche, le limitazioni e le priorità di iscrizione di cui allo schema precedente
Relativamente alla partecipazione dei tiratori con classe di merito A, B, C e D al Campionato Italiano, la priorità di iscrizione 1 (uno), in tutto e per tutto equiparata ai tiratori avente classe di merito GM e M, sarà assegnata come segue:

MACROAREE1–2–3–4–5–6 :

  •   Tiratori classificati ai primi 5 (cinque) posti per ogni Division nella classifica finale del

    Campionato Federale 2016 - (con almeno 10 partecipanti per division);

  •   Tiratori classificati al primo posto per ogni Classe di Merito nella classifica finale del Campionato Federale 2016 - (con almeno 5 partecipanti per classe di merito);

  •   Tiratori classificati al primo posto per la categoria Senior - (con almeno 5 partecipanti per la categoria Senior);

  •   Tiratori classificati al primo posto per la categoria S. Senior - (con almeno 5 partecipanti per la categoria S. Senior)

  •   Tiratrici classificate al primo posto per la categoria Lady - (con almeno 5 partecipanti per la categoria Lady).

    ART. - 6 – “WILD CARDS” (Posti Riservati all’organizzazione)

    Per la stagione agonistica 2017, la Commissione Sportiva Federale ha inteso riservare agli organizzatori di tutte le competizioni ufficiali la gestione di nr. 5 (cinque) “Wild Cards”; la disponibilità delle stesse sarà inserita a priori nel Sistema informatico delle iscrizioni MA.RE. come di seguito specificato:

    nr. 01 Wild Card nel 1° turno del Sabato
    nr. 01 Wild Card nel 2° turno del Sabato
    nr. 01 Wild Card nel 1° turno della Domenica nr. 02 Wild Cards nel 2° turno della Domenica

    Quanto sopra salvo disponibilità in turni e giorni diversi; nel caso di competizione da svolgersi in una sola giornata, le wild card assegnate saranno esclusivamente nr. 3 (tre) totali.

    I posti in argomento saranno riservati antecedentemente all’apertura delle iscrizioni ad ogni singola gara; compariranno visibili sulla “griglia iscritti” e saranno nella esclusiva disponibilità del Match Director della manifestazione.

    La disponibilità delle wild cards sarà garantita all’organizzatore salvo rinuncia scritta alla Segreteria Fitds da parte dello stesso, così come potranno essere concesse in eccedenza qualora i posti disponibili alla competizione non siano completamente prenotati e comunque non oltre la giornata del martedì antecedente la manifestazione.

    Il M.D. che vorrà utilizzare una o più delle citate “Wild Cards”, dovrà provvedere all’invio dei dati del tiratore che usufruirà del beneficio (nome, cognome, divisione d’arma, p/f, nr. tessera Federale), all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . La Federazione, all’atto del bonifico bancario della somma risultante dalle iscrizioni alla competizione sul c/c dell’organizzatore di gara, decurterà la somma totale delle wild card utilizzate al netto delle previste competenze pay pal.

ART. – 7 – TIRATORI STRANIERI

Al fine di regolamentare la partecipazione di tiratori provenienti da altre Nazioni (Region) e regolarmente iscritti all’I.P.S.C., si stabilisce quanto segue:

Competizioni di livello I, II, III o superiore: secondo quanto stabilito dal regolamento I.P.S.C.. Per questi Agonisti saranno previste apposite Wild Card inserite nei turni di gara; sarà possibile, su richiesta, la taggatura su sistema informatico MA.RE.. La partecipazione di Agonisti provenienti da altre Nazioni dovrà sempre essere comunicata alla Segreteria Federale con largo anticipo, onde permettere al Regional Director di effettuare le opportune verifiche, predisporre i documenti necessari all’introduzione di armi e munizioni nel nostro paese e richiederne l’inserimento ai Responsabili del Sistema MA.RE. nella griglia della competizione prescelta.

ARMA CORTA

Capitolo VII°

ART. - 1 - DIVISIONI DELLE CATEGORIE DI ARMI CORTE

Vengono riconosciute 5 (cinque) divisioni (“Division”) di armi.
1. Arma di Divisione “Open” come da regolamento F.I.T.D.S./’I.P.S.C.
2. Arma di Divisione “Standard” come da regolamento F.I.T.D.S./’I.P.S.C.
3. Arma di Divisione “Classic” come da regolamento F.I.T.D.S./’I.P.S.C.
4. Arma di Divisione “Production” come da regolamento F.I.T.D.S./’I.P.S.C.
5 Arma di Divisione “Revolver Standard” come da regolamento F.I.T.D.S./’I.P.S.C.

ART. - 2 - ASSEGNAZIONE GARE

La scelta dei campi e degli organizzatori delle competizioni facenti parte del calendario ufficiale Federale, sarà fatta dal Consiglio Federale su indicazione e proposta della Commissione Sportiva Federale, previa acquisizione delle relative domande e riscontro del possesso dei requisiti richiesti.

ART. - 3 - CALENDARIO NAZIONALE E GARE UFFICIALMENTE RICONOSCIUTE PER L’OTTENIMENTO DELLA CLASSE DI MERITO

La F.I.T.D.S: predispone il calendario delle gare ufficialmente riconosciute per il conseguimento nelle varie divisioni d’armi, della classe di merito d’appartenenza dei tiratori (classificazione), secondo quanto di seguito previsto dal presente Regolamento Sportivo.

ART. - 4 - CAMPIONATO FEDERALE

La F.I.T.D.S. attribuirà oltre al titolo di Campione Italiano F.I.T.D.S. 2017 ottenuto sulla base del risultato del National, anche il titolo di Campione Federale di Macroarea individuale assoluto nelle varie division, nonché individuale nelle categorie. (Senior S. Senior, Lady e Junior), ai tiratori che avranno conquistato tale affermazione dalla risultanza delle competizioni svolte nel Campionato di Fascia B.

Il titolo di Campione Federale di Macroarea Assoluto (1°, 2° e 3° classificato) e di Categoria (1° Assoluto), verrà determinato tenendo conto della percentuale media calcolata sulla base dei 3 (TRE) migliori risultati percentuali ottenuti nelle competizioni a cui il tiratore avrà partecipato nella medesima Macroarea.

Il titolo di Campione Federale di Macroarea Assoluto ed il relativo podio verranno assegnati sulla base dei risultati ottenuti esclusivamente nelle competizioni del Campionato Federale (Fascia B).
In caso di identica percentuale tra più tiratori, calcolata tenendo conto dei quattro decimali dopo la virgola, prevarrà il tiratore che abbia conseguito la miglior posizione in classifica in eventuali scontri diretti, in mancanza prevarrà chi avrà la miglior percentuale media senza scarti. La premiazione di tale Campionato avverrà in occasione del National Handgun 2017.

ART. - 5 – CLASSIFICHE

Le classifiche delle competizioni riconosciute dalla Federazione verranno elaborate con programma WinMSS.
Classifiche delle competizioni del Campionato Italiano (fascia A).

  •   classifiche individuali assolute e a squadre per le divisioni di armi previste.

  •   classifica per la classe M, A, B, C, D e per le categorie Junior, Lady, Senior e Super Senior per le divisioni di armi previste.

Classifiche delle competizioni del Campionato Federale (Fascia B).

Al termine di ogni gara del Campionato Federale verranno rese pubbliche due classifiche. La prima includerà tutti i tiratori che abbiano preso parte alla competizione compresi GM e M, mentre la seconda sarà invece ricalcolata previa deletazione dei tiratori aventi classificazione di merito GM e M. La classifica così ottenuta sarà quella valida per la premiazione e le percentuali risultanti saranno quelle che verranno utilizzate per formare le classifiche generali di Macroarea. A tale decisione si è deciso di pervenire al fine di realizzare un’omogeneità nella valutazione dei risultati di gara, evitando le possibili disparità che inevitabilmente si sarebbero potute produrre in caso di partecipazione o meno di GM e M. alle varie competizione delle quattro aree.

In presenza di tiratori stranieri verrà adottata la stessa procedura prevista in presenza di GM e M, a prescindere dalla loro classificazione di merito.
Conseguentemente si avranno:

  •   Classifiche individuali assolute per le divisioni di armi previste compresi M, GM ed eventuali tiratori stranieri.

  •   Separate Classifiche assolute e per classi di merito B, C e D per le divisioni di armi previste ricalcolata dopo deletazione di GM, M ed eventuali tiratori stranieri, equiparati a GM.

  •   classifica per le categorie Junior, Lady, Senior e Super Senior per le divisioni di armi previste.

    ART. - 6 - MODIFICHE ALLA CLASSIFICA

    Il tiratore che ritenga sussistano delle inesattezze nell’inserimento dei risultati gara, di uno o più esercizi, potrà, non oltre 30 minuti dalla pubblicazione dei “Verify List FINALI”, chiedere la verifica dell’eventuale errore e la relativa correzione (se riscontrato), allo Statt Officer, tramite il Match Director o tramite il Range Master della gara. Trascorso tale termine ed ufficializzata la classifica, non sarà più possibile apportare alcuna variazione alla classifica finale, che sarà l’unico documento ufficiale e definitivo. Con la stessa modalità non potranno essere presentati ricorsi di alcuna natura.

    Per tutte le categorie di armi e per qualsiasi competizione, in assenza del numero minimo di tiratori previsto per la categoria Super Senior nelle varie division, questi verranno automaticamente inseriti nella categoria Senior della medesima division ed in ogni caso in classifica assoluta.

ART. - 7 - JUNIOR

Saranno considerati juniores i tiratori che alla data di partecipazione alla competizione non abbiano, ancora compiuto il venticinquesimo anno d’età (deroga esclusiva per le gare regolarmente indette dalla F.I.T.D.S. e massimo di livello II).

ART. - 8 – SETTORE ARBITRALE FEDERALE

Gli RR.OO. incaricati di arbitrare la competizione, potranno partecipare alla gara ed entreranno nella classifica ufficiale.
Potranno partecipare alle gare di Campionato Federale ed a quelle facenti parte del circuito relativo ai Campionati Interregionali Invernali, tutti gli RR.OO. in regola con il tesseramento F.I.T.D.S. Settore Arbitrale come tiratore agonista. In nessun caso potranno partecipare alle competizioni facenti parte del Campionato Italiano (Fascia A, National Handgun, National Shotgun e Rifle).

I RR.OO. potranno disputare la gara durante il “Pre Match”, organizzato il giorno precedente l’inizio del “Main Match”, od eventualmente nel 1° turno libero previsto dall’organizzazione di gara .Gli Ufficiali di Gara potranno altresì effettuare la competizione durante lo svolgimento del match a discrezione del R.M. designato, a condizione che lo stesso possa prevedere adeguate sostituzioni durante lo svolgimento della manifestazione. Gli RR.OO. che usufruiranno di tale deroga, non avranno diritto al rimborso del turno di gara che li vedrà partecipare quali agonisti. Il R.O dovrà formalizzare la propria iscrizione alla gara dandone comunicazione scritta (via Fax o e-mail) all’organizzatore della competizione, almeno sette giorni prima dall’inizio della stessa. L’organizzatore comunicherà i nominativi dei partecipanti in argomento al R.M. ed allo S.O. della competizione che provvederà ad inserirli nel database di gara. Tutti i rappresentanti dello Staff arbitrale dovranno, sui campi di gara, indossare la divisa ufficiale. " I rapporti e supplementi degli RO, RM, SO e Commissari Speciali, costituiscono piena prova circa il comportamento di tesserati in occasione dello svolgimento delle gare.-"

ART. - 9 – SQUADRE NELL’AMBITO DELLE COMPETIZIONI DEI CAMPIONATI ITALIANI.

Nell’ambito delle competizioni inserite nel calendario dei Campionati Italiani, ogni tiratore potrà essere iscritto come Socio Agonista, quindi gareggiare, per una sola Società sportiva durante tutta la stagione agonistica. Ogni Società sportiva avrà diritto ad iscrivere una squadra per ogni DIVISION ed una per ogni CATEGORIA alle gare ufficiali inserite nel calendario F.I.T.D.S del Campionato

Italiano di Eccellenza 2017. Si precisa che un tiratore iscritto quale agonista non potrà essere socio amatore di altra Società Sportiva. Ogni squadra sarà composta da max 4 (quattro), min 3 (tre) tiratori selezionati tra i Soci Agonisti iscritti nella medesima Società Sportiva. La somma del punteggio dei migliori 3 (tre) tiratori, costituirà la classifica finale di ogni singola competizione. Non sarà possibile l’iscrizione di Squadre nelle gare ufficiali facenti parte del Campionato Federale (fascia B) e del circuito relativo ai C.I.I..

ART. - 10 - PREMIAZIONI GARE DEI CAMPIONATI ITALIANO E FEDERALE

La premiazione di ogni gara ufficiale di Campionato Italiano dovrà prevedere premi formali, costituiti da medaglie per i premi individuali e targhe per le squadre (ove previste) che dovranno essere messi a disposizione dall’Organizzatore almeno nella misura seguente e a cui NON potrà essere derogato se non in meglio.

CAMPIONATO ITALIANO (Fascia A):
Division Open, Classic, Standard, Production e Revolver

- ai primi 3 tiratori assoluti delle Divisioni Open, Standard, Production, Classic e Revolver (devono essere iscritti alla gara almeno 10 tiratori);
- al 1° tiratore classificato delle classi di merito Master, A, B, C e D per ogni divisione d’arma (devono essere iscritti alla gara almeno 5 tiratori di tale categoria per ogni divisione);

- ai primi 3 tiratori Senior per ogni divisione d’arma (devono essere iscritti alla gara almeno 5 tiratori di tale categoria per ogni divisione);
- al primo tiratore Super Senior per ogni divisione d’arma (devono essere iscritti alla gara almeno 3 tiratori di tale categoria per ogni divisione);

- al primo tiratore Juniores per ogni divisione d’arma (devono essere iscritti alla gara almeno 3 tiratori di tale categoria per ogni divisione);
- alla prima Lady per ogni divisione d’arma (devono essere iscritte alla gara almeno 3 tiratrici di tale categoria per ogni divisione);

- alle prime 3 squadre per ogni divisione d’arma (devono essere iscritte alla gara almeno 5 squadre per ogni divisione). Se il numero di squadre iscritte alla competizione risultasse inferiore a 5 e non inferiore a 3, sarà premiata esclusivamente la squadra 1^ classificata.
Al fine di garantire la corretta assegnazione dei premi ai tiratori che non fossero presenti alla cerimonia della loro consegna, si precisa che il Match Director avrà l’obbligo di trascrivere i dati delle persone che eventualmente ritireranno gli stessi per conto di assenti, ovvero dovrà

prevederne il deposito presso l’A.S.D. organizzatrice di quelli non consegnati, con l’indicazione del nominativo dell’avente diritto.

CAMPIONATO FEDERALE (Fascia B):
Division: Open, Classic, Standard, Production e Revolver
Le classifiche valide per le premiazioni di dette division saranno quelle ricalcolate dopo la deletazione dei tiratori in possesso di classe di merito GM e M.
- al 1° classificato assoluto della competizione per ogni divisione d’arma (se appartenente a classe di merito GM o M).
- ai primi 3 tiratori assoluti della competizione per ogni divisione tra gli appartenenti alle classi di merito A, B, C, D, (a condizione che abbiano effettivamente gareggiato almeno 5 Tiratori nell’ambito della stessa divisione);
- ai primi tre tiratori della classe di merito B, C e D, per ogni divisione d’arma, a condizione che abbiano effettivamente gareggiato almeno 5 tiratori nell’ambito della stessa divisione e classe di merito;
- ai primi tre tiratori Junior e Lady, per ogni divisione d’arma, a condizione che abbiano effettivamente gareggiato almeno 3 Tiratori nell’ambito della stessa division e della stessa categoria;
- al primo tiratore Senior e S. Senior, per ogni divisione d’arma, a condizione che abbiano effettivamente gareggiato almeno 5 Tiratori nell’ambito della stessa division e della stessa categoria.
Al fine di garantire la corretta assegnazione dei premi ai tiratori che non fossero presenti alla cerimonia della loro consegna, si precisa che il Match Director avrà l’obbligo di trascrivere i dati delle persone che eventualmente ritireranno gli stessi per conto di assenti, ovvero dovrà prevederne il deposito presso l’A.S.D. organizzatrice di quelli non consegnati, con l’indicazione del nominativo dell’avente diritto.

ART. - 11 - CLASSIFICAZIONE DI MERITO PER LA SUCCESSIVA STAGIONE AGONISTICA

Division Open, Classic, Standard, Production e Revolver

Per la determinazione della classe di merito si terrà conto di tutte le gare inserite nel calendario ufficiale 2017 che si svolgeranno antecedentemente al National o come stabilito dalla Commissione Sportiva Federale in sede di stesura del Calendario Ufficiale, secondo i seguenti criteri:

  •   Per tutti coloro che avranno goduto dei privilegi di iscrizione (priorità 1) al Campionato Italiano (Fascia A), le Classi di Merito verranno calcolate con i migliori tre risultati delle competizioni disputate in tale Campionato senza applicazione di nessun correttivo; nel caso in cui un tiratore non partecipi alle competizioni minime previste, pur avendone ottenuto la possibilità, sarà classificato sulla base dei tre migliori risultati nelle competizioni alle quali avrà preso parte nel Campionato Federale (Fascia B). In nessun caso sarà possibile combinare tra loro i risultati ottenuti in Competizioni di Campionati differenti, (Fascia A e Fascia B).

  •   Per tutti i tiratori con classe di merito A-B-C-D che non avranno goduto dei privilegi di iscrizione in priorità 1 nel Campionato Italiano, le Classi di Merito verranno calcolate con i migliori tre risultati delle competizioni disputate nel Campionato Federale (Fascia B). A tali risultati sarà applicato un coefficiente di correzione pari a 16 punti (es.: 78,55% - 16 = 62,55%). Nel caso in cui un Tiratore di Classe A-B-C-D abbia disputato le tre gare minime in entrambi i Campionati, tre gare nel Campionato Italiano (Fascia A) e tre gare nel Campionato Federale (Fascia B), ai fini della classificazione di merito, verrà considerata quella più favorevole.

    Le classi di merito verranno attribuite ai tiratori che abbiano raggiunto una data percentuale secondo il seguente schema:

- - Gran Master - da 95% a 100%;

  • -  - Master - da 85% a 94.99%;

  • -  -A  - da75%a84,99%;

  • -  -B  - da60%a74,99%; 

  • -  -C  - da40%a59,99%;   

  • -  -D  - da 0%a39,99%;

La classificazione acquisita dal tiratore nella Divisione nella quale ha gareggiato, varrà per tutte le altre divisioni riconosciute dall’I.P.S.C. e non sarà declassata negli anni successivi.
Per ottenere il declassamento alla categoria inferiore il tiratore dovrà inoltrare richiesta scritta e motivata alla Commissione Sportiva per il tramite della segreteria F.I.T.D.S. che valuterà la problematica di volta in volta e comunque non potrà essere superiore a 1 (una) classe di merito.

ART. – 11.1 – Acquisizione Priorità per il Campionato Italiano 2018.

Per l’anno 2018 la Commissione Sportiva prevedrà eventuali priorità di iscrizione nei tempi e

nelle modalità che saranno comunicate nel corso della stagione sportiva 2017.

ART. - 12 – NATIONAL 2017.

Il “National Handgun 2016” verrà organizzato dalla F.I.T.D.S. che potrà avvalersi per l’organizzazione di detta competizione della collaborazione dei dirigenti Federali e di chi riterrà più opportuno. Il “National” potrà prevedere l’iscrizione di tiratori provenienti da altre Nazioni. La Federazione farà richiesta all’I.P.S.C. per il riconoscimento della competizione a Livello III.

Il “National Handgun 2017, si svolgerà nel corso di tre giornate di gara (venerdì – sabato – domenica) e presumibilmente prevedrà 18 Stage, con suddivisione degli “Squad” in turni antimeridiani e pomeridiani, la Federazione si riserva comunque di meglio articolare detta competizione a proprio insindacabile giudizio. L’assegnazione di tale manifestazione verrà stabilita dal Consiglio Federale in base alle caratteristiche che saranno considerate idonee ad ospitare la prestigiosa competizione, rispettando il principio dell’alternanza tra i campi di tiro affiliati.

Per gli anni successivi al 2017, la Federazione deciderà di volta in volta come strutturare detta competizione informando tempestivamente le ASD affiliate e i propri tesserati per mezzo di comunicato Ufficiale pubblicato sul sito.
I tiratori interessati a partecipare al “National Handgun 2017”, dovranno procedere alla propria pre- iscrizione telematica, secondo le modalità che verranno rese note nel dettaglio con apposito comunicato pubblicato sul sito Federale.

La Commissione Sportiva assegnerà le slot per il National tenendo conto dei posti disponibili, delle slot necessarie per procedere alla premiazione delle singole classi di merito secondo quanto numericamente previsto dal presente regolamento sportivo, delle risultanze della classifica dei Campionati Italiano (Fascia A) e Federale (Fascia B), determinate sulla base dei risultati nelle competizioni che si saranno svolte alla data del 24 luglio 2016.

Aventi diritto a partecipare al NATIONAL:

  •   I Campioni Italiani Assoluti di ognuna delle 5 divisioni d’arma riconosciute che abbiano conquistato tale titolo nel corso del National precedente all’attuale stagione agonistica;

  •   Gli appartenenti alle classi di merito GM e M che abbiano partecipato ad almeno tre gare del Campionato Italiano (Fascia A);

  •   Gli appartenenti alle Categoria S. Senior, Lady e Junior che abbiano partecipato ad almeno tre gare del Campionato Italiano (Fascia A) o Federale (Fascia B);

  •   Gli appartenenti alle classi di merito A, B, C e D che abbiano partecipato ad almeno tre gare del Campionato Italiano (Fascia A);

  •   Gli appartenenti alle classi di merito A, B, C e D che abbiano conquistato l’accesso tramite i migliori piazzamenti, primi 5 (cinque) assoluti nel Campionato Federale di ciascuna Macro Area;

  •   Gli appartenenti alle Categoria Senior, qualora non abbiano già acquisito tale diritto descritto nei punti precedenti, che risultino essersi classificati fra i primi tre nel Campionato Italiano (Fascia A), ed il primo classificato nel Campionato Federale (Fascia B).

  •   Gli appartenenti alle classi di merito A, B, C e D che abbiano partecipato ad almeno tre competizioni in uno dei due Campionati (Italiano o Federale senza possibilità di combinare tra loro le risultanze) avranno priorità di iscrizione 2;

  •   Tutti coloro che non rientreranno nei punti precedenti avranno Priorità di iscrizione 3.

    Sulla base degli elementi sopra esposti la Commissione Sportiva individuerà per ogni singola division, i nominativi degli aventi acquisito il diritto a partecipare al National Handgun 2017, pubblicando entro il 07 Agosto 2016 tale elenco.
    La FITDS si riserva il diritto di assegnare una limitata quantità di “Wild Slot”.

    Ogni tiratore potrà gareggiare esclusivamente in una sola divisione d’arma e per la stessa divisione con la quale abbia conquistato l’accesso a tale competizione. Quest’ultima prescrizione sarà valida anche per i tiratori Agonisti appartenenti alla classe di merito GM e M nel rispetto della divisione nella quale abbiano effettuato le tre gare minime previste nel Campionato di riferimento. Ogni specifica richiesta in merito potrà essere indirizzata alla Commissione Sportiva che ne valuterà il contenuto e delibererà per ogni singolo caso i vari provvedimenti.

    ART. - 13 - SQUADRE AL NATIONAL

    Per l’attribuzione del titolo di campione italiano a squadre ogni Società avrà la possibilità di iscrivere al National solo una squadra per ogni DIVISIONE e CATEGORIA composta dai suoi migliori tiratori di specialità. Le squadre saranno formate da Max 4 e Min 3 tiratori scelti dal Presidente del Club tra coloro che avranno ottenuto la slot per poter partecipare al National. Non potranno essere iscritti, quali facenti parte della squadra, tiratori che non abbiano acquisito tale diritto.

ART. - 14 - PREMIAZIONI NATIONAL

Il National assegnerà i seguenti Titoli di Campione Italiano a condizione che sia raggiunto il minimo di partecipanti come di seguito indicato: (si precisa che i tiratori dovranno essere di Nazionalità Italiana e regolarmente iscritti alla Federazione per l’anno in cui si svolge la manifestazione finale):

1) Campione Italiano Individuale maschile nelle Divisioni previste a patto che vi partecipino almeno 10 tiratori.
2) Campione Italiano Individuale Categorie: Lady, a condizione che vi partecipino almeno 3 Tiratori, Senior, Super Senior, nelle Divisioni previste, a condizione che vi partecipino almeno 5 (cinque) Tiratori per ogni categoria;

3) In base al Regolamento IPSC, i Tiratori Juniores (per le gare di Livello III e superiore) non debbono aver compiuto il 18° anno d’età. La FITDS, in deroga a questa regola, prevede che possa essere assegnato il titolo di Campione Italiano di questa Categoria che, ovviamente, non potrà essere riconosciuta in ambito Internazionale e non prevedrà l’assegnazione della “President Medal”. 4) Campione Italiano Individuale di Classe Master-A-B-C-D, nelle “Division” previste, a condizione che nelle rispettive Classi di Merito e per ogni Divisione partecipino almeno 5 tiratori; 5) I titoli di Campione Italiano per società saranno aggiudicati solo se il numero delle squadre partecipanti per ogni Divisione non sarà inferiore a 5 (cinque).

ART. - 15 - DISTINTIVO DI MERITO

Tutti i Campioni Italiani, che avranno conquistato tale titolo al National unitamente a tutti i Campioni Federali di Macroarea, che lo avranno conquistato nel Campionato Federale di Fascia “B”, di Division, Categoria e Classe di Merito, sono autorizzati a fregiarsi, solo durante l’anno successivo all’acquisizione, dello scudetto tricolore che sarà loro insignito dalla F.I.T.D.S.

Tutti i tiratori Italiani, che hanno rappresentato ufficialmente l’Italia nei Campionati Internazionali sono autorizzati e fregiarsi dello scudetto tricolore, sormontato dalla sigla della F.I.T.D.S., nell’anno successivo a tale partecipazione.

CAMPIONATI MONDIALI HANDGUN

Capitolo VIII°

ART. - 1 - PREMESSA

Premesso che:
- la Federazione intende acquisire dall’IPSC quante più slot possibili, onde consentire al maggior numero di tesserati di essere presenti e poter partecipare alla competizione al fine di far acquisire maggiore esperienza internazionale e ulteriore bagaglio tecnico ai propri tiratori, nonché schierare il maggior numero possibile di rappresentative ufficiali nelle varie Division;
- I componenti delle rappresentative Ufficiali verranno selezionati dal Commissario Tecnico ed i relativi nominativi verranno resi pubblici con apposito comunicato a firma del Presidente entro il 10/06/2017 (6°fascia A) oppure 10/072017 (7°fascia A). Il Commissario Tecnico, al fine di una corretta scelta dei componenti le squadre ufficiali, terrà in considerazione anche, ma non solo, dei risultati tecnici ottenuti dagli atleti stessi nelle competizioni del Campionato Italiano oltre a quelli risultanti da eventuali competizioni di livello III e IV alle quali abbiano partecipato nel triennio antecedente.
- Le scelte del Commissario Tecnico saranno assunte in piena autonomia, tenendo conto non solo dei risultati delle competizioni anzidette, ma anche di ogni altro fattore che lo stesso riterrà utile valutare e prendere in considerazione il comportamento etico sportivo del singolo atleta, la propria condizione mentale, tecnica, psicofisica e quant’altro offra le maggiori garanzie per il raggiungimento degli obiettivi prefissati;
- Il Commissario Tecnico, presenterà al Presidente Federale un programma di preparazione di Alto Livello per quei Tiratori che saranno individuati all’inizio della stagione agonistica come TIN (Tiratori di Interesse Nazionale), al fine di garantire un eccellente supporto ai possibili componenti le rappresentative nazionali; in tal senso verranno organizzati alcuni corsi, raduni ed inviti alla partecipazione a competizioni ritenute di particolare interesse, il tutto in base a quanto ritenuto opportuno dal C.T. ed in relazione alle risorse economiche Federali a disposizione.

ART. – 1.1 – PARTECIPAZIONI A EVENTI INTERNAZIONALI

Il tiratore Agonista o Agonista Shotgun/Rifle, in regola con il tesseramento per l’anno 2017, che NON abbia partecipato ad almeno una competizione nazionale facente parte del Campionato Federale arma lunga durante la corrente stagione agonistica e l’anno precedente a quello di riferimento del presente Regolamento Sportivo, non riceverà il Nulla Osta,

necessario ad ottenere l’autorizzazione per effettuare gare di carattere Internazionale di arma lunga, da parte del R.D..
Tale prescrizione potrà essere oggetto di parere specifico del Consiglio Federale, anche sulla base delle eventuali richieste prodotte dagli interessati.

ART. - 2 – ASSEGNAZIONE SLOT CAMPIONATI MONDIALI HANDGUN

La F.I.T.D.S. quantificherà, sulla base dei criteri di distribuzione previsti a livello Internazionale dall’I.P.S.C., il numero di “slots” per la partecipazione ai Campionati Mondiali Handgun 2017, che si svolgeranno dal 26 agosto al 3 settembre in Francia.
Si precisa che le slots che risulteranno residuali rispetto a quelle che verranno utilizzate per le rappresentative ufficiali, per i tiratori di interesse Federale e per lo Staff Tecnico, verranno messe a disposizione ed assegnate ai tiratori che avranno regolarmente fatto pervenire la preiscrizione e il pagamento della stessa nei termini fissati dal C.F.. La quota relativa al pagamento della preiscrizione all’evento potrà essere restituita nei seguenti termini: prima della chiusura delle preiscrizioni al match: 100% della quota; 90 giorni prima dell’inizio del match: 80% della quota; da 89 a 31 giorni prima dell’inizio del match : 50% della quota; da 30 giorni prima all’inizio del match: nessun rimborso. Ad ogni buon fine, si chiarisce che le quote di rimborso saranno liquidate entro il mese di settembre 2017.

Tutti i tiratori agonisti hanno diritto ad iscriversi al Campionato Europeo Handgun, l’assegnazione delle slots residuali a quelle assegnate alle rappresentative ufficiali, ai i tiratori di interesse Federale ed allo Staff Tecnico, sarà effettuata dall’analisi della classifica nazionale pubblicata sul sito Federale calcolata sui risultati sino a quel momento ottenuti e distribuite equamente tra le varie division in funzione al numero di iscritti a cura della C.S. di concerto con il C.T.. La Federazione si riserva la facoltà di assegnare un esiguo numero di “wild slots” a tiratori che abbiano acquisito particolari meriti sportivi o che si siano particolarmente distinti nello sviluppo della nostra disciplina sportiva.

ART. - 3 – PREISCRIZIONI

Le preiscrizioni saranno effettuate tramite il Sistema telematico MA.RE. secondo i termini sanciti dal Consiglio Federale che verranno portati a conoscenza con apposito comunicato.

ART. - 4 – NORMA FINALE

Sarà cura della Commissione Sportiva e del Regional Director, per quanto di loro competenza, nonché del nominato Commissario Tecnico di concerto con Responsabile Settore Giovanile ed il Presidente della Commissione Sportiva Federale, dare puntuale informativa ai tesserati attraverso

comunicati Ufficiali pubblicati sul sito www.fitds.it e tramite comunicazioni individuali ai possibili atleti di interesse nazionale. Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale.

SHOTGUN (FUCILE ANIMA LISCIA)

Capitolo IX°

ART. - 1 - PREMESSA

La F.I.T.D.S. organizza lo svolgimento di gare di Tiro Dinamico Sportivo per fucile ad anima liscia, valide per il Campionato Italiano Shotgun. I tiratori partecipanti a dette competizioni devono essere iscritti alla F.I.T.D.S. almeno come Agonisti Shotgun o Amatori livello bronzo.
Fatte salve le disposizioni generali di cui al presente regolamento sportivo, di seguito si individuano le norme regolamentari per la divisione di armi in argomento:

ART. - 2 - DIVISIONI FUCILE ANIMA LISCIA

Vengono riconosciute 4 (quattro) Divisioni di armi.
1. Arma di Divisione OPEN come da regolamento F.I.T.D.S - IPSC.
2. Arma di Divisione MODIFIED come da regolamento F.I.T.D.S. - IPSC
3. Arma di Divisione STANDARD come da regolamento F.I.T.D.S. - IPSC
4. Arma di Divisione STANDARD MANUAL come da regolamento F.I.T.D.S. – IPSC

ART. - 3 – POSIZIONI DI PARTENZA AMMESSE

Nelle competizioni Shotgun le posizioni di partenza sono da considerarsi le seguenti:
a. HIP-LEVEL: arma sorretta da entrambe le mani, al fianco del tiratore all'altezza delle anche, parallela al terreno, volata rivolta ai bersagli o in direzione del parapalle frontale dello stage (down range).
Le condizioni di partenza dell’arma ammesse in questa posizione sono:

1. Arma completamente scarica;

  1. Arma rifornita ma con cartuccia non camerata;

  2. Arma carica in condizione di pronto.

b. Non sono applicabili tutte quelle condizioni che comportano l'esecuzione degli esercizi con la sola mano-forte o debole.
c. Non sono applicabili inoltre: la posizione “surrender”, le posizioni che prevedano partenze con mani appoggiate su finestre, hard-cover, ecc. se non espressamente previsto che l’arma risulti appoggiata in totale sicurezza su idoneo piano di appoggio o rastrelliera. In quest’ultimo caso (arma in rastrelliera), se lo stage prevede l’impiego di munizionamento “birdshot”, è consentita la partenza unicamente nelle condizioni 2 o 3 (ama rifornita senza cartuccia camerata o completamente scarica), nel caso in cui sia previsto l’impiego di munizioni “slug” o “buckshot” l’arma dovrà essere posta in rastrelliera sempre scarica (opz. 3).

ART. - 4 - CAMPIONATO NAZIONALE SHOTGUN

Le gare di Shotgun organizzate da ASD affiliate alla FITDS al fine di essere sanzionate quali Manifestazioni Sportive facenti parte del Campionato Italiano Shotgun, dovranno richiedere ai tiratori l’esecuzione di un numero minimo di 6 esercizi, almeno due dei quali dovranno prevedere l’impiego di munizionamento “slug” ed uno di munizionamento “buckshot”. In quest’ultimo caso ed in presenza di bersagli cartacei nel COF, sarà obbligatorio l’impiego di specifiche munizioni “buckshot” con un numero massimo di 9 pallettoni.

I tiratori che alla data del 31-12-2009 siano risultati in classifica nazionale per aver partecipato al Campionato 2009 o a campionati precedenti assumono di diritto la qualifica di “Agonisti Shotgun”, mentre i tiratori di nuova affiliazione che vorranno partecipare esclusivamente alla Attività Agonistica “Shotgun”, dovranno necessariamente aver conseguito almeno il livello bronzo nella specialità shotgun ed essere iscritti alla Federazione come Agonisti Shotgun. I tesserati Agonisti Shotgun non potranno partecipare alle competizioni di arma corta se non in possesso del livello Bronzo Handgun e tesserati come Agonisti Handgun avendo pagato la quota relativa (si precisa che in caso si volesse modificare il tesseramento nel corso dell’anno da Agonisti Shotgun ad Agonisti dovrà essere versata la relativa integrazione per differenza).

Al Campionato Shotgun potranno partecipare di diritto tutti i tesserati Agonisti alla Federazione.
Di anno in anno la F.I.T.D.S. organizzerà il Campionato Italiano di Tiro Dinamico Sportivo per fucile ad anima liscia che terminerà con il National Shotgun, evento deputato ad assegnare i titoli nelle varie Division di Campione Italiano assoluto, di categoria ed i titoli a squadre, tale manifestazione dovrà prevedere un numero minimo di 8 esercizi, dei quali almeno due dovranno richiedere l’utilizzo di munizionamento “slug” ed uno munizionamento “buckshot”.

La scelta del campo o dell’organizzazione per il National Shotgun, sarà determinata dal Consiglio Federale su proposta della Commissione Sportiva, (previa acquisizione delle relative domande e riscontro del possesso dei requisiti richiesti).
Le classifiche dovranno essere, in ogni competizione, elaborate con programma Win MSS e redatte nel modo seguente:

  •   classifiche assolute maschili e femminili per le divisioni previste;

  •   classifica per categorie M, A, B, C e D per le divisioni previste;

    ART. – 5 - PREMIAZIONI NELLE COMPETIZIONI DEL CAMPIONATO ITALIANO

    La premiazione di ogni gara ufficiale di Campionato Italiano Shotgun prevederà premi formali, costituiti da coppe, medaglie e targhe: che dovranno essere messi a disposizione dall’Organizzatore: • ai primi 3 (tre) tiratori d’ogni Divisione, (devono essere iscritti alla gara almeno 5 tiratori);
    • al primo classificato Lady, Junior, Senior e Super Senior di ogni Divisione, (devono essere iscritti alla gara almeno 3 tiratori);

    • alle prime 3 squadre di ogni Divisione (devono essere iscritti alla gara almeno 3 squadre);

    ART. - 6 - CLASSIFICAZIONE DI MERITO PER LA SUCCESSIVA STAGIONE AGONISTICA

    Il tiratore, per essere classificato, dovrà partecipare ad almeno 2 (due) gare del Campionato Nazionale iscritte nel calendario ufficiale F.I.T.D.S. o, in alternativa, anche al solo National.
    In caso di partecipazione al solo National, la percentuale ottenuta in detta competizione determinerà la classificazione di merito per l’anno successivo. In caso invece di partecipazione anche a competizioni del Campionato Nazionale, la classificazione di merito per la successiva stagione sportiva, verrà determinata sulla base della media dei 2 (due) migliori risultati ottenuti (incluso il National).

    L’aggiornamento della classificazione avverrà al termine di ogni annata agonistica. Le classi di merito verranno attribuite secondo il seguente schema:

- Gran Master - da 95% a 100%;

  • -  Master - da 85% a 94.99%;

  • -  A  - da 75% a 84,99%;

  • -  B -  da 60% a 74,99%; 

  • -  C - da 40% a 59,99%;

       - D - da 0% a 39,99%;


La classificazione acquisita dal tiratore nella Divisione nella quale ha gareggiato, varrà per tutte le altre divisioni e non sarà declassata negli anni successivi.
Per ottenere il declassamento alla categoria inferiore il tiratore dovrà inoltrare richiesta scritta e motivata alla Commissione Sportiva Federale che valuterà la problematica di volta in volta.
Le competizioni del Campionato Italiano di Tiro Dinamico Sportivo SHOTGUN determineranno una apposita classifica per gli aventi diritto a partecipare al NATIONAL di specialità sulla base dei posti disponibili, tale classifica terrà conto della media dei due migliori risultati ottenuti in Campionato, se il tiratore avrà partecipato ad una sola competizione il risultato di detta gara, al fine della sola classifica di ammissione al National, sarà decurtato del 6%.

ART. – 7 - NATIONAL

La Federazione organizza annualmente una manifestazione denominata NATIONAL SHOTGUN. La partecipazione a tale evento è libera. Verrà comunque data priorità di iscrizione ai tiratori che abbiamo partecipato ad almeno una gara del Campionato Italiano Shotgun. In caso di richieste di partecipazione superiori alle slot disponibili sarà seguito il criterio di assegnazione delle stesse in virtù di quanto disposto dall’art.6/7c del presente regolamento.

ART. - 8 - SQUADRE AL NATIONAL

Per l’attribuzione del titolo di Campione Italiano a squadre ogni Società avrà la possibilità di iscrivere al National solo una squadra per ogni Division, composta dai suoi migliori tiratori di specialità. Le squadre saranno formate da n°4 tiratori e ai fini della classifica si terrà conto dei risultati dei migliori tre.

ART. - 9 - PREMIAZIONI DEL NATIONAL SHOTGUN

Il National assegnerà i seguenti Titoli di Campione Italiano a condizione che sia raggiunto il numero minimo di partecipanti come di seguito indicato: (si precisa che i tiratori dovranno essere di Nazionalità Italiana e regolarmente iscritti alla Federazione per l’anno in cui si svolge la manifestazione finale):

• Campione Italiano Individuale Div. Open, Modified, Standard Manual e Standard, maschile (minimo 10 partecipanti alla Divisione);

• Campione Italiano Individuale Div. Open, Modified, Standard Manual e Standard, Senior e Super Senior (minimo 3 partecipanti alla Divisione per categoria);
• Campione Italiano Individuale Div. Open, Modified, Standard Manual e Standard, femminile (minimo 3 partecipanti alla Divisione);

• Campione Italiano Individuale Div. Open, Modified, Standard Manual e Standard, juniores (minimo 3 partecipanti alla Divisione);
• Campione Italiano di Società Div. Open, Modified, Standard Manual e Standard (minimo 3 società partecipanti nella divisione);

ART. - 10 - DISTINTIVO DI MERITO

Tutti i Campioni Italiani di Division e di Categoria sono autorizzati a fregiarsi, solo durante l’anno successivo all’acquisizione del titolo, dello scudetto tricolore che sarà loro insignito dalla F.I.T.D.S. Tutti i tiratori Italiani, che hanno rappresentato ufficialmente l’Italia nei Campionati Europei o Mondiali sono autorizzati e fregiarsi dello scudetto tricolore, sormontato dalla sigla della F.I.T.D.S., nell’anno successivo a tale partecipazione.

ART. - 11 – COSTO ISCRIZIONI

Il costo di partecipazione alle competizioni facenti parte del Campionato Italiano Shotgun viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

ART. - 12 – RINVIO

Per tutto quanto non previsto nel presente regolamento si fa espresso rinvio al regolamento IPSC Shotgun 2015, pubblicato sul sito ufficiale della Federazione.
Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento relativamente a questa categoria, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale, le cui decisioni saranno inappellabili.

ART. - 1 – PREMESSA

RIFLE (SPERIMENTALE)

Capitolo X °

La F.I.T.D.S. predispone il calendario per lo svolgimento di gare di Tiro Dinamico Sportivo per arma lunga ad anima rigata, valide per il Campionato Italiano Rifle. I tiratori partecipanti a dette competizioni devono essere iscritti alla F.I.T.D.S. almeno come Agonisti Rifle o Amatori livello bronzo.

La scelta dei campi e degli organizzatori delle competizioni facenti parte del calendario ufficiale Federale, sarà fatta dal Consiglio Federale su indicazione e proposta della Commissione Sportiva Federale, previa acquisizione delle relative domande e riscontro del possesso dei requisiti richiesti. Tutte le competizioni si svolgeranno sotto la totale ed unica responsabilità del proprietario del campo ove abbia svolgimento la gara e della ASD organizzatrice.

Fatte salve le disposizioni generali di cui al presente regolamento sportivo, di seguito si individuano le norme regolamentari per la divisione di armi in argomento.

ART. - 2 - DIVISIONI RIFLE

In via sperimentale sono riconosciute 4 (quattro) Divisioni di armi.
1. Arma di Divisione SEMIAUTO STANDARD come da regolamento F.I.T.D.S. - IPSC
2. Arma di Divisione SEMIAUTO OPEN come da regolamento F.I.T.D.S. – IPSC
3. Arma di Divisione Subgun come da regolamento F.I.T.D.S. (carabine in calibri da pistola).
4. Arma di Divisione Minirifle come da regolamento F.I.T.D.S. (carabine/conversioni in cal. 22 l.r.) N.B.: tutte le armi dotate di calciolo ribaltabile o pieghevole dovranno essere utilizzate con lo stesso nella posizione COMPLETAMENTE ESTESA/APERTA.

   

SEMI AUTO OPEN

SEMI AUTO STANDARD

SUBGUN

MINIRIFLE

1

Valore minimo per il Power Factor major

320

170 (10 mm)

Non previsto

2

Valore minimo per il Power Factor Minor

150

125

Non previsto

3

Capacità max dei caricatori

29

15

29

4

Restrizione sul tipo di Azione

Semiauto

5

Organi di mira consentiti

Ottiche / Optoelettroniche

Metalliche, si fibra ottica

Ottiche / Optoelettroniche

Ottiche / Optoelettroniche

6

Compensatori, fori di compensazione, soppressori di vampa/bocca permessi

SI

max
26 X 90 mm

SI

SI

7

Impiego di mono/bipiede consentito

SI

NO

NO

SI

8

Impugnatura anteriore verticale

Libera

Lunghezza max 152 mm/ 6 pollici, rispetto alla linea centrale della canna

Libera

Libera

ART. - 3 – POSIZIONI DI PARTENZA AMMESSE

Nelle competizioni Rifle le posizioni di partenza ammesse sono da considerarsi le seguenti:
a. HIP-LEVEL: arma sorretta da entrambe le mani, al fianco del tiratore all'altezza delle anche, parallela al terreno, volata rivolta ai bersagli o in direzione del parapalle frontale dello stage (down range).
Le condizioni di partenza previste in questa posizione sono le seguenti:

1. Arma completamente scarica;

  1. Arma rifornita ma con cartuccia non camerata;

  2. Arma carica in condizione di pronto.

c. Non sono applicabili tutte quelle condizioni che comportano l'esecuzione degli esercizi con la sola mano-forte o debole.
d. Non sono applicabili inoltre: la posizione “surrender”, le posizioni che prevedano partenze con mani appoggiate su finestre, hard-cover, ecc. se non espressamente previsto che l’arma risulti appoggiata in totale sicurezza su idoneo piano di appoggio o rastrelliera. In quest’ultimo caso (arma in rastrelliera) è sempre obbligatoria la partenza con arma completamente scarica.

ART. - 4 - CAMPIONATO NAZIONALE RIFLE

Le gare di Rifle organizzate da ASD affiliate alla FITDS, al fine di essere sanzionate quali Manifestazioni Sportive facenti parte del Campionato Italiano Rifle, dovranno richiedere ai tiratori di eseguire un numero minimo di 6 esercizi.
I tiratori che alla data del 31-12-2012 siano risultati in classifiche internazionali IPSC Rifle assumono di diritto la qualifica di “Agonisti Rifle”, mentre i tiratori di nuova affiliazione che vorranno partecipare esclusivamente alla Attività Agonistica “Rifle”, dovranno necessariamente aver conseguito almeno il livello bronzo rifle ed essere iscritti alla Federazione almeno come Agonisti Rifle. I tesserati Agonisti Rifle non potranno partecipare alle competizioni di arma corta se non in possesso del livello Bronzo Handgun e tesserati come Agonisti Handgun avendo pagato la quota relativa (si precisa che in caso si volesse modificare il tesseramento nel corso dell’anno da Agonisti Shotgun ad Agonisti dovrà essere versata la relativa integrazione per differenza).

Al Campionato Italiano Rifle potranno partecipare di diritto tutti i tesserati Agonisti alla Federazione.
Di anno in anno la F.I.T.D.S. organizzerà il Campionato Italiano di Tiro Dinamico Sportivo per fucile ad anima rigata che terminerà con il National Rifle deputato ad assegnare i titoli nelle varie Division di Campione Italiano assoluto e di categoria, nonché i titoli a squadre, tale evento dovrà richiedere l’esecuzione di un numero minimo di 8 esercizi.

La scelta del campo o dell’organizzazione per il National Rifle, sarà determinata dal Consiglio Federale su proposta della Commissione Sportiva, (previa acquisizione delle relative domande e riscontro del possesso dei requisiti richiesti).
Le classifiche dovranno essere, in ogni competizione, elaborate con programma Win MSS e redatte nel modo seguente:

  •   classifiche assolute maschili e femminili per le divisioni previste;

  •   classifica per categorie M, A, B, C e D per le divisioni previste;

  •  

     

     

     

    ART. – 5 - PREMIAZIONI NELLE COMPETIZIONI DI CAMPIONATO ITALIANO

  •  

    La premiazione di ogni gara ufficiale di Campionato Italiano prevedrà premi formali, costituiti da coppe, medaglie e targhe: che dovranno essere messi a disposizione dall’Organizzatore:
    • ai primi 3 (tre) tiratori d’ogni Divisione, (devono essere iscritti alla gara almeno 5 tiratori);
    • al primo classificato Lady, Junior, Senior e Super Senior di ogni Divisione, (devono essere iscritti alla gara almeno 3 tiratori);

• alla prima squadra classificata di ogni Divisione nel caso in cui siano iscritte alla gara almeno 3 squadre;
• alle prime 3 squadre classificate di ogni Divisione nel caso in cui siano iscritti alla gara almeno 5 squadre;

ART. - 6 - CLASSIFICAZIONE DI MERITO PER LA SUCCESSIVA STAGIONE AGONISTICA

Il tiratore per essere classificato dovrà partecipare ad almeno 2 (due) competizioni inserite nel calendario ufficiale F.I.T.D.S. o in alternativa anche al solo National qualora abbia la possibilità di parteciparvi.
In caso di partecipazione al solo National, la percentuale ottenuta in detta competizione determinerà la classificazione di merito per l’anno successivo. In caso invece di partecipazione anche a competizioni del Campionato Nazionale, la classificazione di merito per la successiva stagione sportiva, verrà determinata sulla base della media dei 2 (due) migliori risultati ottenuti (incluso il National).

L’aggiornamento della classificazione avverrà al termine di ogni annata agonistica. Le classi di merito verranno attribuite secondo il seguente schema:
- Gran Master - da 95% a 100%;
- Master - da 85% a 94.99%;

- A - da 75% a 84,99%; - B - da 60% a 74,99%; - C - da 40% a 59,99%; - D - da 0% a 39,99%;

La classificazione acquisita dal tiratore nella Divisione nella quale ha gareggiato, varrà per tutte le altre divisioni e non sarà declassata negli anni successivi.
Per ottenere il declassamento alla categoria inferiore il tiratore dovrà inoltrare richiesta scritta e motivata alla Commissione Sportiva Federale che valuterà la problematica di volta in volta.

Le competizioni del Campionato Italiano di Tiro Dinamico Sportivo Rifle, determineranno una apposita classifica, per gli aventi diritto a partecipare al NATIONAL di specialità, sulla base dei posti disponibili, tale classifica terrà conto della media dei due migliori risultati ottenuti in Campionato, se il tiratore avrà partecipato ad una sola competizione il risultato di detta gara, ai fini della sola classifica di ammissione al National, sarà decurtato del 6%.

53

ART. – 7 – NATIONAL

La Federazione organizza annualmente una manifestazione denominata NATIONAL RIFLE.
La partecipazione all’evento è libera. Verrà comunque data priorità di iscrizione ai tiratori che abbiamo partecipato ad almeno una gara del Campionato Italiano ad anima rigata. In caso di richieste di partecipazione superiori alle slot disponibili sarà seguito il criterio di assegnazione delle stesse in virtù di quanto disposto dall’art.6/7°c del presente regolamento.

ART. - 8 - SQUADRE AL NATIONAL

Per l’attribuzione del titolo di Campione Italiano a squadre ogni Società avrà la possibilità di iscrivere al National solo una squadra per ogni Division composta dai suoi migliori tiratori di specialità. Le squadre saranno formate da nr. 4 tiratori e ai fini della classifica si terrà conto dei risultati dei migliori tre.

ART. - 9 - PREMIAZIONI DEL NATIONAL RIFLE

Il National assegnerà i seguenti Titoli di Campione Italiano a condizione che sia raggiunto il minimo di partecipanti come di seguito indicato: (si precisa che i tiratori dovranno essere di Nazionalità Italiana e regolarmente iscritti alla Federazione per l’anno in cui si svolge la manifestazione finale):

• Campione Italiano Individuale SEMIAUTO STANDARD, SEMIAUTO OPEN, SUBGUN, MINIRIFLE (minimo 10 partecipanti alla Divisione);
• Campione Italiano Individuale SEMIAUTO STANDARD, SEMIAUTO OPEN, SUBGUN, MINIRIFLE Senior e Super Senior (minimo 5 partecipanti alla Divisione per categoria);

• Campione Italiano Individuale Lady SEMIAUTO STANDARD, SEMIAUTO OPEN, SUBGUN, MINIRIFLE (minimo 3 partecipanti alla Divisione);
• Campione Italiano Individuale Juniores SEMIAUTO STANDARD, SEMIAUTO OPEN, SUBGUN, MINIRIFLE (minimo 3 partecipanti alla Divisione);

• Campione Italiano di Società SEMIAUTO STANDARD, SEMIAUTO OPEN, SUBGUN, MINIRIFLE (minimo 3 società partecipanti nella divisione);

54

ART. - 10 - DISTINTIVO DI MERITO

Tutti i Campioni Italiani di Division e di Categoria sono autorizzati a fregiarsi, solo durante l’anno successivo all’acquisizione del titolo, dello scudetto tricolore che sarà loro insignito dalla F.I.T.D.S. Tutti i tiratori Italiani, che hanno rappresentato ufficialmente l’Italia nei Campionati Europei o Mondiali sono autorizzati e fregiarsi dello scudetto tricolore, sormontato dalla sigla della F.I.T.D.S., nell’anno successivo a tale partecipazione.

ART. - 11 – COSTO ISCRIZIONI

Il costo di partecipazione alle competizioni facenti parte del Campionato Italiano Rifle viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

ART. - 12 – RINVIO

Per tutto quanto non previsto nel presente regolamento si fa espresso rinvio al regolamento FITDS/IPSC RIFLE in vigore dal Gennaio 2012 e pubblicato sul sito ufficiale della Federazione. Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento relativamente a questa categoria, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale, le cui decisioni saranno inappellabili.

CAMPIONATI MONDIALI RIFLE

Capitolo VIII°

ART. - 1 - PREMESSA

Premesso che:
- la Federazione intende consentire al maggior numero di tesserati di essere presenti e poter partecipare alla competizione al fine di far acquisire maggiore esperienza internazionale e ulteriore bagaglio tecnico ai propri tiratori. I componenti delle rappresentative Ufficiali verranno selezionati dal Commissario Tecnico ed i relativi nominativi verranno resi pubblici con apposito comunicato a firma del Presidente entro il 25/03/2017. Il Commissario Tecnico, al fine di una corretta scelta dei componenti le squadre ufficiali, terrà in considerazione anche, ma non solo, dei risultati tecnici

55

ottenuti dagli atleti stessi nelle competizioni del Campionato Italiano oltre a quelli risultanti da eventuali competizioni di livello III e IV alle quali abbiano partecipato nel triennio antecedente.
- Le scelte del Commissario Tecnico saranno assunte in piena autonomia, tenendo conto non solo dei risultati delle competizioni anzidette, ma anche di ogni altro fattore che lo stesso riterrà utile valutare e prendere in considerazione il comportamento etico sportivo del singolo atleta, la propria condizione mentale, tecnica, psicofisica e quant’altro offra le maggiori garanzie per il raggiungimento degli obiettivi prefissati;

- Il Commissario Tecnico, presenterà al Presidente Federale un programma di preparazione di Alto Livello per quei Tiratori che saranno individuati all’inizio della stagione agonistica come TIN (Tiratori di Interesse Nazionale), al fine di garantire un eccellente supporto ai possibili componenti le rappresentative nazionali; in tal senso verranno organizzati alcuni corsi, raduni ed inviti alla partecipazione a competizioni ritenute di particolare interesse, il tutto in base a quanto ritenuto opportuno dal C.T. ed in relazione alle risorse economiche Federali a disposizione.

ART. – 1.1 – PARTECIPAZIONI A EVENTI INTERNAZIONALI

Il tiratore Agonista o Agonista Shotgun/Rifle, in regola con il tesseramento per l’anno 2017, che NON abbia partecipato ad almeno una competizione nazionale facente parte del Campionato Federale arma lunga durante la corrente stagione agonistica e l’anno precedente a quello di riferimento del presente Regolamento Sportivo, non riceverà il Nulla Osta, necessario ad ottenere l’autorizzazione per effettuare gare di carattere Internazionale di arma lunga, da parte del R.D..

Tale prescrizione potrà essere oggetto di parere specifico del Consiglio Federale, anche sulla base delle eventuali richieste prodotte dagli interessati.

ART. - 2 – ASSEGNAZIONE SLOT CAMPIONATI MONDIALI RIFLE

La F.I.T.D.S. quantificherà, sulla base dei criteri di distribuzione previsti a livello Internazionale dall’I.P.S.C., il numero di “slots” per la partecipazione ai Campionati Mondiali Rifle 2017, che si svolgeranno dal 5 al 11 giugno in Russia.
Si precisa che le slots che risulteranno residuali rispetto a quelle che verranno utilizzate per le rappresentative ufficiali, per i tiratori di interesse Federale e per lo Staff Tecnico, verranno messe a disposizione ed assegnate ai tiratori che avranno regolarmente fatto pervenire la preiscrizione e il pagamento della stessa nei termini fissati dal C.F.. La quota relativa al pagamento della preiscrizione all’evento potrà essere restituita nei seguenti termini: prima della chiusura delle preiscrizioni al match: 100% della quota; 90 giorni prima dell’inizio del match: 80% della quota; da 89 a 31 giorni prima dell’inizio del match : 50% della quota; da 30 giorni prima all’inizio del

56

match: nessun rimborso. Ad ogni buon fine, si chiarisce che le quote di rimborso saranno liquidate entro il mese di giugno 2017.
Tutti i tiratori agonisti hanno diritto ad iscriversi al Campionato del Mondo Rifle, l’assegnazione delle slots residuali a quelle assegnate alle rappresentative ufficiali, ai i tiratori di interesse Federale ed allo Staff Tecnico, sarà effettuata dall’analisi della classifica nazionale pubblicata sul sito Federale calcolata sui risultati sino a quel momento ottenuti e distribuite equamente tra le varie division in funzione al numero di iscritti a cura della C.S. di concerto con il C.T.. La Federazione si riserva la facoltà di assegnare un esiguo numero di “wild slots” a tiratori che abbiano acquisito particolari meriti sportivi o che si siano particolarmente distinti nello sviluppo della nostra disciplina sportiva.

ART. - 3 – PREISCRIZIONI

Le preiscrizioni saranno effettuate tramite il Sistema telematico MA.RE. secondo i termini sanciti dal Consiglio Federale che verranno portati a conoscenza con apposito comunicato.

ART. - 4 – NORMA FINALE

Sarà cura della Commissione Sportiva e del Regional Director, per quanto di loro competenza, nonché del nominato Commissario Tecnico di concerto con Responsabile Settore Giovanile ed il Presidente della Commissione Sportiva Federale, dare puntuale informativa ai tesserati attraverso comunicati Ufficiali pubblicati sul sito www.fitds.it e tramite comunicazioni individuali ai possibili atleti di interesse nazionale. Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale.

COMBINATA RIFLE-SHOTGUN

Capitolo XI°

ART. – 1 - PREMESSA

La F.I.T.D.S. da facoltà, alle ASD che ne facessero richiesta, di organizzare gare dove per una singola giornata siano previsti due eventi di arma lunga, anche correlati tra di loro. Tali eventi, se rispecchianti le disposizioni dei singoli regolamenti di SPECIALITA’, saranno valutati

57

separatamente per quanto riguarda i Campionati Italiani di Shotgun e Rifle ma potranno anche, a discrezione dell’organizzatore, dare luogo ad una classifica “combinata” fine a se stessa.

ART. - 2 – SPECIALITA’ ASSOCIABILI E TURNI

Sarà facoltà degli organizzatori di gara, offrire la possibilità ai tiratori di arma lunga di effettuare una competizione in una delle due specialità in turnazione antimeridiana e nell’altra specialità in turnazione pomeridiana. In nessun modo sarà possibile gareggiare nelle due specialità di arma lunga Shotgun-Rifle durante lo stesso turno di gara. Il Match Director, ha la facoltà di richiedere l’organizzazione dell’evento “combinata” con la formula della separazione delle due specialità su due giorni di gara distinti, (sabato e domenica). Tale richiesta dovrà essere inoltrata alla C.S. in concomitanza della trasmissione degli stage per l’approvazione.

I gruppi di tiratori potranno essere costituiti da un massimo di nr. 8 agonisti; in caso di svolgimento delle due specialità su due giornate differenti il numero massimo di tiratori per gruppo sale a 12.
La turnazione delle specialità sarà fissata in fase di stesura della locandina della gara ed inserita nel sistema MA.RE., tale indicazione non potrà subire variazioni oltre la data di inizio delle iscrizioni telematiche.

ART. - 3 – ESERCIZI E STRUTTURA GARA

L’organizzazione di gara allestirà un numero minimo di 10 stage di cui 4 dedicati alla specialità Rifle, 4 dedicati alla specialità Shotgun e 2 di uso promiscuo. In qualunque modo i due eventi dovranno richiedere l’esecuzione di almeno 6 stage per ogni specialità al fine acquisire la valenza per i Campionati Italiani Rifle e Shotgun.

ART. – 4 - PREMIAZIONI DELLE SPECIALITA’ E COMBINATA RIFLE- SHOTGUN

La premiazione di ognuna delle due gare ufficiali dovrà attenersi a quanto previsto dai regolamenti delle singole specialità.
E’ lasciata alla discrezione dell’organizzazione di gara la possibilità di effettuare una premiazione per la “combinata” dei due eventi che dovrà tenere conto della somma delle percentuali delle singole classifiche come valori assoluti, riconoscendo solo 2 Division, Combinata Standard e Combinata Open, come di seguito descritto:

58

Division Combinata

Division Shotgun

Division Rifle

COMBINATA STANDARD

- Standard
- Standard Manual

- Semi Auto Standard

COMBINATA OPEN

- Open
- Modified
- Standard
- Standard Manual

- Semi Auto Open

ART. - 5 – CONTENIMENTO DELLE SPESE

Al fine di contenere le spese di gestione di questi eventi promozionali per le discipline di arma lunga è data facoltà al responsabile del settore arbitrale in accordo con il RM, di prevedere la convocazione all’evento di un numero di RO variabile in funzione al numero di iscritti e comunque non inferiore a 1 RO ogni 10 tiratori.

ART. - 6 – COSTO ISCRIZIONI

Il costo di partecipazione alle singole competizioni facenti parte del Campionato Italiano per le gare combinate Rifle/Shotgun viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

ART. - 7 – NATIONAL ARMA LUNGA - COMBINATA

Il National di arma lunga potrà eventualmente svolgersi, in un unico fine settimana per entrambe le specialità, richiedendo ai tiratori l’esecuzione di un numero minimo di 12 stage per ognuna di esse.-

ART. - 8 – NATIONAL ARMA LUNGA/COMBINATA – TURNI DI GARA

La FITDS si riserva di organizzare il National di Arma Lunga/Combinata come sotto meglio specificato:

 turno unico giornaliero per singola specialità una di sabato e una di domenica 59

E’ richiesto l’allestimento di un numero minimo di 10 stage, prevedendo la possibilità di utilizzare 2 stage in modalità promiscua, 4 ad uso esclusivo shotgun e 4 ad uso esclusivo rifle. Il numero massimo di tiratori per gruppo è stabilito in nr. 12 agonisti.

ART. - 9 – NATIONAL ARMA LUNGA/COMBINATA – Tiratori Stranieri.

La partecipazione ai National delle singole specialità di arma lunga, sarà consentita ai tiratori stranieri che ne facciano richiesta, nei tempi e nei modi stabiliti dalla Commissione Sportiva di concerto con il Regional Director.

ART. - 10 – NATIONAL ARMA LUNGA/COMBINATA – COSTO ISCRIZIONI

Il costo di partecipazione ai National delle singole specialità di arma lunga viene quantificato dalla F.I.T.D.S. e reso noto con un comunicato relativo alle quote stabilite per lo svolgimento dell’attività sportiva dell’anno in corso.

F.I.T.D.S. STEEL CHAMPIONSHIP

Capitolo XII°

L’anno 2017 non prevede la calendarizzazione di questa disciplina. Si lascia libera l’organizzazione di manifestazioni propedeutiche, alle A.S.D. affiliate che ne facciano richiesta ufficiale e comunque al di fuori del calendario eventi F.I.T.D.S..

DIVISIONE TIRO DINAMICO AIRSOFT

Capitolo XIII°

Visionare il regolamento pubblicato sul sito Federale a cura dal Responsabile Settore AIRSOFT.

 

Norme Finali

Capitolo XIV°

La Federazione si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento il presente regolamento per il buon svolgimento dell’attività sportiva Nazionale ed Internazionale. Qualora dovessero sorgere dubbi interpretativi in fase di applicazione del presente regolamento, gli stessi verranno risolti in via di interpretazione autentica dalla Commissione Sportiva Federale, le cui decisioni saranno inappellabili.

Per tutto quanto non previsto nel presente regolamento, in vigore dalla data di sua pubblicazione, si fa espresso rinvio al regolamento IPSC 2015 e seguenti modifiche.

La Commissione Sportiva

Il Consiglio Federale

61

62

giweather joomla module
giweather joomla module